Tag Archives: test

  • Malware si diffonde attraverso email sulla morte di Eminem

    eminem.jpg

    Se avete letto un’email che vi informava sulla morte del rapper americano Eminem, abbiamo due notizie per voi, una buona e una cattiva.

    La buona è che il celebre cantate gode di ottima salute; la cattiva è che la suddetta email conteneva un virus e a rischiare ora è la salute del vostro PC.

    Si tratta di email che sembrano spedite dal sito di informazione CBS News e invece non sono che un’esca dietro cui si nasconde una variante del virus Zbot.

    (altro…)

    Tags:

    • L'uomo può diventare portatore di un virus per PC

      chip.jpg

      Che sia giunto il momento per la concretizzazione delle nefaste prospettive pronosticate in alcuni film fantascientifici? Secondo Mark Gasson, ricercatore britannico della University of Reading, il corpo umano può essere portatore dei virus che tradizionalmente infettano apparecchiature elettroniche.

      Questo è il risultato dell’esperimento a cui lui stesso si è sottoposto, portando per circa un anno con sé un chip RFID (simile a quelli comunemente utilizzati per l’identificazione degli animali) impiantato nella mano, con il quale agire sui sistemi di sicurezza delle porte installate nella struttura universitaria e capace di attivare il telefono cellulare.

      (altro…)

      Tags:

      • Professione malware analyst: intervista a Giuseppe Bonfà

        malware_analisys.jpg

        Studiare virus e worm, infiltrasi nelle botnet, analizzare il “male” dall’interno per combatterlo. Questo è il lavoro del malware analyst, una professione che pochi in Italia conoscono ma che riveste un’importanza fondamentale per garantire la sicurezza dei nostri PC. Ecco allora che abbiamo deciso di rivolgere qualche domanda a Giuseppe Bonfà, malware analyst di appena 24 anni ma con un’esperienza già notevole.

        Giuseppe, presentati ai lettori di oneITSecurity

        Sono Giuseppe Bonfà, 24 anni, reverse engineer/coder e analista di sicurezza informatica da ormai 10 anni.

        Mi occupo principalmente di consulenze di sicurezza su piattaforma Windows riguardanti principalmente le minacce provenienti da malware (in particolar modo rootkit per spionaggio e controspionaggio industriale e non) e da nuove vulnerabilità. Da oltre 10 anni pubblico articoli relativi al reverse engineering UserMode e KernelMode, software security e non ultimo ricerca vulnerabilità di tipo classico e crittografico, presenza di backdoor crittografiche oppure di errori di implementazione. Probabilmente in molti mi conosceranno sotto il nick di “evilcry” con cui sono noto nei più importanti reverse engineering team.

        (altro…)

        Tags:

        • In prova il sistema operativo per netbook Google Chrome Os

          chrome os

          Come sappiamo e come abbiamo riportato alcuni mesi fa, dopo aver lanciato il sistema operativo per smartphone Android, Google sta lavorando alacremente al sistema operativo di punta, per intenderci quello destinato ai netbook, i mini portatili oggi tanto diffusi sia negli ambienti consumer sia in quelli business.

          Qualcuno ha da subito espresso forti dubbi su questo progetto, perché Google Chrome Os andrebbe in qualche modo a “pestare i piedi” ad Android. Entrambi, infatti, si basano su Linux ed Android è già  attualmente adattabile per alcuni Netbook. Era davvero necessario un nuovo S.O.?

          (altro…)

          Tags:

          • Facebook, a rischio 120 milioni di utenti con Koobface

            È il fenomeno del momento almeno in Italia, dove il numero di utenti è superiore ai 4,5 milioni, mentre sono 120 milioni al mondo: stiamo parlando naturalmente di Facebook.

            Non c’è da stupirsi quindi che anche il più famoso social network del mondo paghi la sua popolarità tra gli utenti anche in termini di sicurezza, diventando così campo d’azione di spam e virus.

            Solo poche settimane fa infatti vi abbiamo parlato di un messaggio di spam presente nella casella di posta di Facebook.

            È notizia di questi giorni invece l’utilizzo di Facebook per diffondere un virus denominato “Koobface“, una cui variante aveva già colpito tempo fa MySpace.

            (altro…)

            Tags: