Archivio tag: delocalizzazione

  • Back reshoring, perché le aziende tornano in Italia

    bando

    Il fenomeno si chiama back reshoring, è considerato un trend emergente che vede l’Italia ben posizionata nel mondo, anche perché riguarda in particolare l’industria manifatturiera, e iniziano a essere sempre più numerosi gli studi economici che lo indicano come una delle strategie da supportare per il rilancio del Made in Italy e dell’economia. Letteralmente back reshoring significa tornare a localizzare in Italia, e i dati riguardano le aziende che avevamo delocalizzato all’estero e che ora stanno tornando a produrre in Italia. Il trend è fotografato da un ricerca di UniCLUB MoRe Back-reshoring Research Group, consorzio di ricerca formato dalle università di Catania, Bologna, Udine, l’Aquila e Modena-Reggio Emilia, e vede l’Italia al secondo posto nel mondo dopo gli Usa, davanti alla Germania. Ed è approfondito da uno studio di Anie-Confindustria (elettronica ed elettrotecnica), con un focus sulle motivazioni che spingono le aziende a tornare in Italia.

    => Delocalizzazione addio, è tempo di back reshoring

    (more…)

    Tags:

    • Internazionalizzazione e investimenti, dai BRICS ai MINT

      business

      Pensate che le economie emergenti del pianeta siano Brasile, Russia, India e Cina, ovvero i cosiddetti BRIC, che aggiungendo il Sudfarica diventano BRICS? Non siete aggiornati: le nuove analisi ritengono Messico, Indonesia, Nigeria e Turchia le vere le economie del futuro. C’è anche un nuovo acronimo per definirle: MINT. Il termine è stato proposto dall’economista che nel 2001 battezzò i BRIC, Jim O’Neill, ex chief economist della Goldman Sachs, in occasione del workshop Ambrosetti a Cernobbio di inizio aprile.

      Ebbene, le quattro economie BRIC continuano a fare la parte del leone negli scenari previsionali dei prossimi anni, ma ormai più che emergenti si potrebbero definire paesi in pieno boom.

      => Scenari d’impresa, il boom delle economie emergenti

      (more…)

      Tags:

      • Fuga in Svizzera: tappa obbligata per PMI?

        La fuga di piccole e medie imprese italiane in Svizzera ha fatto scattare l´allarme. Gli incentivi studiati per convincere le nostre aziende a trasferirsi oltre frontiera hanno superato le previsioni: tra aziende di servizi e manifatturiere, sono arrivate quasi 180 adesioni all´iniziativa “Benvenuta impresa nella città  di Chiasso“.

        La spinta alla delocalizzazione.

        Centinaia di aziende si sono trasferite negli ultimi dieci anni in Canton Ticino per motivi di sopravvivenza. Meno lacci burocratici, una legislazione più stabile e variazioni dei tassi d´imposizione fiscale molto più limitate e prevedibili, permettono alle imprese di pianificare strategie di lungo periodo.
        Si trasferiscono in Svizzera anche start-up, che investono risorse in ricerca e innovazione tecnologica, perché costrette dal nostro fisco a pagare anche quando il bilancio è in passivo, con il rischio di non potersi sviluppare. La Svizzera ha infatti investito trecento milioni di franchi con utilizzo a tre mesi, nella fase più acuta della crisi, per incentivare le start up del comparto tecnologico, puntando sull´innovazione. (more…)

        Tags:

        • Censimento ISTAT delle imprese italiane: guida alla compilazione

          censimentoimprese2.jpgMolte PMI italiane sono chiamate quest’anno a compilare il censimento ISTAT delle imprese, i cui dati saranno diffusi a fine 2013: la rilevazione interessa un campione di 260mila aziende italiane, ovvero: tutte le imprese di grandi dimensioni, le medie imprese e un campione di 190mila realtà  di piccole e piccolissime dimensioni, fra cui anche lavoratori autonomi e liberi professionisti. E per la prima volta nella storia dell’Industria e dei Servizi, è possibile compilare e inviare il questionario via web.

          Nelle risposte bisogna fare riferimento alla situazione dell’impresa al 31 dicembre 2011. Termine ultimo per la consegna: 20 dicembre 2012, anche se in alcuni casi le PMI dovranno inviarli entro il 20 ottobre.

          Vediamo in dettaglio le imprese interessate, le istruzioni per la compilazione dei questionari e le finalità  del censimento. (more…)

          Tags:

          • Decreto Crescita: tutte le novità  per le PMI

            Decreto crescitaLa legge di conversione del DL 83/2012 (Decreto Sviluppo) ha apportato importanti novità  per la gestione operativa e strategica delle piccole e delle medie imprese.
            Ecco una sintesi delle più importanti novità  che riguardano le PMI non quotate.

            • Società  semplificata: finalmente è disponibile il modello di statuto societario per redigere l’atto costitutivo delle Srl semplificate; è comunque sparito il requisito di partecipazione per i soli soci under 35 (i quali potranno comunque godere della completa esenzione dei diritti di bollo e di altre tasse), mentre è rimasto l’obbligo di destinare il 25% degli utili a riserva indisponibile fino al raggiungimento dei 10mila euro, che potrebbe scoraggiare l’approccio a questa nuova forma giuridica societaria.
            • (more…)

            Tags: