Archivio tag: assunzioni agevolate

  • Agevolazioni fiscali per la crescita delle start up innovative

    FinanziamentiIl nuovo anno dà  priorità  alle start up innovative poiché è a loro che vengono destinati tre importanti bonus: un credito d´imposta sui lavoratori altamente qualificati pari al 35%, una detrazione d´imposta pari al 19% per favorire la capitalizzazione delle start up innovative e una deduzione del 20% per favorire l´investimento nelle start up da parte delle società  di capitali. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

    => Leggi gli incentivi per le start up innovative

    Credito d´imposta del 35%
    La legge 221/2012 di conversione del decreto Sviluppo-bis (dl 179/2012) introduce un credito d´imposta sul costo del lavoro per favorire le assunzioni di personale dipendente o di apprendisti. L´assunzione a tempo indeterminato di personale altamente qualificato nelle start up innovative dà  vita a un credito d´imposta pari al 35% del costo di tale personale e comunque fino a 200.000 euro annui per impresa. Il personale altamente qualificato può essere assunto anche tramite contratto di apprendistato. La domanda per essere ammessi al beneficio potrà  essere redatta in forma semplificata secondo le modalità  stabilite da uno specifico decreto del Ministero dello Sviluppo Economico da emanarsi. (more…)

    Tags:

    • Apprendistato: agevolazioni Amva per professionisti e aziende che assumono

      AgevolazioniIn arrivo nuovi incentivi per aziende e studi professionali che assumono apprendisti. In pratica, per tutte le assunzioni di giovani con contratti di apprendistato è previsto dal programma Amva, un incentivo economico che va dai 4.700 euro ai 5.500 euro. Destinatari dell´assunzione agevolata sono diplomati e neolaureati con età  compresa tra i 15 e i 29 anni, disoccupati e alla prima esperienza lavorativa. Per richiedere l´incentivo c´è tempo fino al prossimo 31 dicembre.

      (more…)

      Tags:

      • Stretta agli incentivi per le assunzioni

        AssunzioniLa Riforma del Lavoro Fornero ha apportato alcune novità  in materia di incentivi per le assunzioni di lavoratori di cui alla legge n. 407/1990 (lavoratori disoccupati da 24 mesi) e alla legge n. 223/1991 (lavoratori iscritti nelle liste di mobilità ), con limitazioni che potrebbero nuocere alle PMI che desiderano assumere dei lavoratori appartenenti ai “recinti” sopra accennati, ma che – a ben vedere – riconducono l’attribuzione degli incentivi e dei conseguenti codici di autorizzazione su confini ben più congrui.

        La prima stretta fa riferimento alle assunzioni in presenza di obbligo legale o contrattuale: se rappresenta l’esecuzione di un obbligo già  preesistente in virtù della legge o del sistema di contrattazione collettiva, scatta lo stop per gli incentivi, anche in caso di utilizzo del lavoratore mediante contratto di somministrazione (e, pertanto, per il tramite di un’agenzia per il lavoro). (more…)

        Tags:

        • Incentivi assunzioni 2012

          accordo-9098.jpg
          Anche per il 2012 i datori di lavoro che assumano lavoratori disoccupati, se rientranti in apposite categorie, possono beneficiare degli incentivi all´occupazione previsti in via sperimentale dalla legge n. 191 del 23 dicembre 2009, art. 2, commi 134, 135 e 151 e prorogati per il 2011 e per il 2012 rispettivamente dalla legge 220/2010 e dalla legge 183/2011.

          A fornire le indicazioni per la fruizione degli incentivi per l´anno 2011 (quindi per le assunzioni effettuate entro il 31 dicembre dello scorso anno) è la circolare dell´INPS n° 76, mentre per quelli relativi al 2012 bisognerà  attendere l´emanazione di un ulteriore decreto.

          La circolare richiama le modalità  di attuazione delle disposizioni di legge per l´anno 2011 contenute nel decreto del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali n. 62509 del 31 ottobre 2011 pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 52 del 2 marzo 2012.

          Gli incentivi spettano alle imprese che assumano a tempo determinato o indeterminato, a tempo pieno o parziale, di lavoratori rientranti nelle seguenti tipologie:

          • lavoratori disoccupati ultracinquantenni;
          • titolari di indennità  di disoccupazione non agricola con requisiti normali;
          • dipendenti già  in forza, con almeno 35 anni di anzianità  contributiva, per i quali siano scaduti determinati incentivi connessi alla condizione di disoccupato;
          • lavoratori disoccupati di qualunque età , titolari di indennità  di disoccupazione ordinaria o del trattamento speciale di disoccupazione edile.

          (more…)

          Tags: