• BitDefender viene in aiuto delle PMI

    BitDefender, nota società pluri-premiata nell’ambito delle soluzioni antimalware antivirus e antispyware, ha recentemente annunciato tre inedite applicazioni destinate alle Piccole e Medie Imprese.

    BitDefender Security for Mail Servers (piattaforme Windows e UNIX), BitDefender Security for Exchange e BitDefender Security for Samba sono i nomi delle tre soluzioni.

    BitDefender Security for Mail Servers e BitDefender Security for Exchange hanno al loro interno i più avanzati motori antivirus e adottano le più recenti tecniche di lotta ai fastidiosissimi fenomeni di cui abbiamo spesso parlato (phishing, malware, spyware e SPAM).

    La loro compatibilità con le piattaforme di posta elettronica è pressoché assoluta. Bitdefender intende, con queste soluzioni, porsi come affidabile protezione per le aziende contro tutto ciò che possa compromettere la loro sicurezza informatica.

    (more…)

    • Qualcuno è entrato nelle mail del Pentagono

      È stata confermata dal Pentagono stesso la notizia della violazione del proprio sistema di e-mail.

      I siti amministrativi e soprattutto militari hanno sempre costituito uno stimolo per gli appassionati di hacking.

      Fin dalle prime apparizioni di internet sono stati moltissimi i tentativi di ingresso a informazioni riservate e a sistemi protetti e c’è da dire che alcune volte il tentativo è stato anche accompagnato dal successo.

      Le motivazioni nel tempo sono state varie, dalla lotta politica tra le nazioni a colpi di spionaggio tecnologico al semplice desiderio di centralità e di attenzione che colpiva questo o quel singolo hacker.

      (more…)

      Tags:

      • Il Trojan che fa magie

        trjharrenixa.gif

        Non si tratta di un discendente del mago Casanova, ma di un Trojan che si nasconde dietro un fasullo file .avi. Quest’ultimo, chiamato Harrenix.A, prende il nome dal film “Harry Potter e l’ordine della Fenicia” che sarà nelle sale il prossimo luglio.

        Il file in questione dovrebbe mostrare il trailer del film, ma in realtà una volta aperto mostra il seguente errore:

        Unsupported MPEG codec Error: Harry Potter l’Ordine della Fenicia. Go to official web site http://harrypotter.warnerbross.it

        (more…)

        • Un'altra tiratina d'orecchie, stavolta a Google Earth

          Di tanto in tanto qualcuno sente la necessità di esprimere giudizi di sicurezza e privacy nei confronti di un determinato software.

          È quello che è capitato questa volta a Google Earth, che già in passato aveva subito critiche a causa della sua forte innovazione che offriva in modalità gratuita a tutti.

          In questo caso siamo a Washington e chi parla è il capo della Air Force intelligence americana:

          In questo momento i sistemi informatici mettono a disposizione dei programmi basati sulle rilevazioni satellitari, come ad esempio Google Earth, che permettono a chiunque di osservare tutta la superficie terrestre semplicemente restando dietro al monitor di un pc.

          E aggiunge:

          (more…)

          • Google rende disponibili le sue blacklist

            I team di Google dedicati alla lotta contro spammer, malware, spyware e phishing hanno recentemente annunciato di aver reso disponibili a tutti le API Safe Browsing che permettono agli sviluppatori di interfacciarsi con le blacklist aggiornate del colosso di Mountain View che elencano tutte le pagine web sospettate di contenere materiale illecite e/o dannoso.

            Le blacklist in questione sono le medesime utilizzate da software per la navigazione internet (browser) come Firefox nel suo plug-in antiphishing, o anche applicazioni come Google Desktop.

            Le API Safe Browsing sono a disposizione di chiunque abbia un account Google, oggi non più destinato ad una “ristretta” élite ma aperto a tutti.

            Ogni API scaricata sarà associata al relativo account che ne abbia fatto richiesta, in modo da è poter identificare e bloccare coloro che violino i termini del contratto e la licenza d’uso, analogamente a quanto accade per gli AdSense.

            (more…)