• Spabot: al via il download del malware

    Si sta diffondendo in rete un malware capace di infettare i PC scaricando al loro interno altri codici maligni. Esso è identificato con il nome Spabot.AS, ed è capace di stabilire connessioni con diversi server per scaricare altri malware.

    Uno tra questi è un Trojan che utilizza il client di posta elettronica per inviare spam. Le e-mail inviate da questo malware pubblicizzano dei medicinali: all’interno vi è un link che dovrebbe portare l’utente sul sito dove acquistare questi ultimi. In realtà dietro a questo link si cela il malware in questione.

    Un altro file scaricato da Spabot.AS è una libreria che, una volta copiata nella cartella di sistema di Windows, modifica i livelli LSP (Layered service provider).

    (more…)

    Tags:

    • Google conquista anche GreenBorder

      Nel suo continuo accrescere, Google continua ad inglobare più o meno grandi e blasonate società. Questo non è certamente il caso più eclatante, né quello che porterà al colosso della ricerca (intesa ovviamente come Motore di ricerca) l’incremento di fatturato più grande.

      Tuttavia l’acquisizione di GreenBorder è fortemente legata alla sicurezza e quindi da sottolineare. Anche perché molte aziende già avanzano idee e immaginano future offerte di Google nel campo della ITsecurity.

      In particolare questa acquisizione, portata a conclusione il mese scorso, permette a Google di accedere alla tecnologia di virtualizzazione di GreeBorder. Quest’ultima è in grado di eseguire i browser internet in un ambiente virtualizzato, che protegge il computer dell’utilizzatore da tutti i codici maligni ormai diffusi sulla rete.

      (more…)

      • Nuova idea di legge europea per l'ID Theft

        La Commissione Europea si sta muovendo nei confronti del furto di identità e sta considerando l’idea di una nuova legge. In particolare la proposta si inserisce in un policy a livello europeo contro i crimini informatici in generale.

        La policy per la lotta al cybercrime è frutto di una collaborazione tra le forze di polizia europee che va ormai avanti da differenti anni.

        Questa nuova idea, ancora non completamente definita, a detta della stessa commissione, è aperta a due opposte considerazioni. Da una parte c’è la sensazione che allo stato attuale delle cose nessuna legislazione generale sul tema del crimine “virtuale” sarebbe in grado di arrestarne la continua crescita. Dall’altra la convinzione che, emettendo leggi più specifiche (in questo caso circa l’ID theft) quantomeno si rendono i giudizi più coerenti e si regolano le responsabilità dei differenti attori che entrano in scena.

        (more…)

        • Ad-Aware 2007 prova su strada

          adware.JPG

          Erano passati quasi due anni dal rilascio dell’ultima versione. Ecco che Lavasoft ha annunciato e reso disponibile, la versione finale di Ad-Aware 2007: uno dei software anti-spyware e anti-malware più diffusi e conosciuti.

          Questa nuova versione del prodotto, offre interessanti migliorie per quanto riguarda la tecnologia CSI (Code Sequence Identification), forte anche del motore di scansione completamente rinnovato. Attraverso il CSI, sarebbe possibile secondo la Lavasoft rilevare tutti i malware e spyware recenti o nuovi che non siano presenti nei database delle definizioni.

          (more…)

          • Poste Italiane ti manda in vacanza gratis

            Ancora un tentativo di phishing ai danni del gruppo Poste Italiane.

            Questa volta i phishers hanno cercato di far cadere in trappola gli utenti mediante una e-mail che propone una vacanza gratuita.

            L’oggetto della mail è :”Poste Italiane ti paga le vacanze“.

            È decisamente il periodo ideale per tentare di ingannare migliaia di utenti con questa esca. La mail a quanto pare è unica nel suo genere in quanto non si registrano messaggi con una esca di questo tipo da nessuna parte.

            Nel testo si informa il malcapitato che utilizzando il codice contenuto nel messaggio, si ha la possibilità di vincere un premio compreso tra 100 e 2000 euro.

            Ovviamente per verificare se si è uno dei fortunati vincitori occorre cliccare sull’apposito link, che rimanda ad un sito web clone di Poste Italiane.

            Il link contiene una apposita pagina di verifica nel quale inserire il codice e ovviamente la pagina della fantomatica vincita.

            (more…)