• Un diavolo per Windows Live Messenger

    Il software di Instant messaging di casa Microsoft è seriamente minacciato da un worm. Questo malware è stato identificato con il nome MSNDiablo.A e usa tecniche di ingegneria sociale per propagarsi.

    In pratica quando questo malware infetta un computer, usa il client-server di MSN Messenger per inviare un messaggio a tutti i contatti connessi. Questo messaggio invoglia l’utente a cliccare su un link per scaricare un’animazione Flash.

    In realtà, quando si clicca sul link del messaggio, si avvia il download del malware. Quando quest’ultimo infetta il computer ricomincia il suo processo da capo: invia nuovamente il messaggio a tutti i contatti in linea. Inoltre MSNDiablo.A è capace di connettersi a diversi URL per scaricare altro codice maligno, quale Spyware, virus, ecc.

    (more…)

    Tags:

    • Un Trojan divenuto "famoso"

      Il suo nome è Alanchum.VL, un Trojan che nelle ultime settimane sta diffondendosi con molta velocità in Internet.

      Secondo alcune statistiche, questo codice maligno sta diventando celebre e al momento si trova in testa alla classifica dei malware più diffusi.

      Per diffondersi esso usa i metodi più comuni: l’utente viene tratto in inganno con news interessanti (false ovviamente), oppure con la propaganda di materiale interessante. Il mezzo più diffuso resta quello delle e-mail, attraverso le quali gli utenti vengono invogliati a cliccare su dei link dietro i quali si nasconde il download del malware.

      (more…)

      Tags:

      • Riflessioni sugli hack di Google

        Ultimamente mi sto chiedendo quanto le mie informazioni personali siano esposte alla rete. Ho iniziato così ad effettuare delle ricerche su Google, magari inserendo solo il mio cognome, o il nome e il cognome.

        Ho scoperto che effettivamente diverse informazioni sono state acquisite nei database del famoso motore di ricerca. Ad esempio eventi a cui ho partecipato, date e voti dei singoli esami universitari, ecc.

        E questo è solo quello individuato con delle semplici ricerche.

        (more…)

        Tags:

        • E-mail fasulla mette in crisi un ospedale

          Siamo abituati a ricevere e-mail di spam, contenenti truffe, pubblicità di prodotti o “offerte imperdibili”. Questa volta, però, si è toccato il fondo. Da quasi due mesi il centralino del Policlinico S.Orsola-Malpighi di Bologna è letteralmente tempestato di telefonate.

          La causa di tale disagio è una e-mail che circola da qualche tempo tra gli utenti della rete.

          L’e-mail contiene una poesia e cerca di far breccia nell’animo delle persone.

          (more…)

          Tags:

          • Mpack: il malware-commerciale

            Potrebbe considerarsi un comune software commerciale se solo non servisse a fare macelli. Stiamo parlando di Mpack, ovvero un programma che consente l’esecuzione di malware da remoto.

            Esso offre ai suoi clienti anche degli aggiornamenti: strumenti per bypassare le vulnerabilità nei software e negli OS.

            Come ogni software che si rispetti, anche Mpack possiede una nuova versione che esce ogni mese: il costo va dai 50 dollari ai 150 dollari. Inoltre, se si pagano 300 euro in più si riceverà anche DreamDownloader, un’altra applicazione progettata per trovare in rete dei Trojan downloader.

            (more…)