Project Management

  • Infedeltà aziendale? Gli Italiani sono i primi

    lavoratoriinfedeliL’Italia è il paese con il più basso tasso di fedeltà verso il datore di lavoro. E’ quanto rileva il Kelly Global Workforce Index(KGWI), indagine annuale che ha raccolto l’opinione di circa 230mila soggetti. Si tratta di una ricerca ampia con un primo capitolo dedicato al tema “Entrare in contatto con candidati attivi e passivi” in cui si esaminano il processo di ricerca di un lavoro dal punto di vista del candidato.

    (more…)

    Tags:

    • UBI World supporta l’internazionalizzazione delle PMI

      UBI banca

      UBI Banca ha lanciato una nuova piattaforma integrata di servizi e prodotti per l’internazionalizzazione rivolti alle PMI, per progettarne e accompagnarne l’espansione all’estero. Esportazione, presenza diretta in Europa e Paesi Extra-UE, composizione della domanda estera e adeguatezza della propria offerta:sono i focus dell’offerta UBI World

      che, ripercorrendo la struttura tipica dei processi di internazionalizzazione, raccoglie i prodotti e servizi necessari in ciascuna fase, partendo dall’analisi della struttura aziendale e valutazione dei potenziali mercati esteri, fino alla progettazione strategica e operativa dei piani di sviluppo e all’offerta di servizi quali il cash management, finanziamenti per l’internazionalizzazione e sistemi di incasso e pagamento nella SEPA.

      (more…)

      Tags:

      • Vicenza: contributi per modelli di responsabilità amministrativa

        Surface Pro 3

        La Camera di Commercio di Vicenza eroga contributi alle imprese della provincia per predisporre e adottarei  modelli organizzativi previsti dal D.Lgs.n. 231/2001 sulla responsabilità amministrativa delle società. Il contributo potrà supportare il 40% delle spese, purchè non siano inferiori a 2mila euro al netto dell’imposta sul valore aggiunto e purchè l’ammontare del contributo unitario non superi i 4mila euro.

        (more…)

        Tags:

        • Mini-bond Caar, prima PMI emittente italiana

          finanza

          Bilancio positivo per la prima PMI italiana ad aver creduto nei mini-bond. Si chiama Caar ed è un’azienda piemontese con un centinaio di dipendenti attiva  nell’ambito dell’ingegneria di processo e di prodotto, con forte specializzazione nei settori automotive, aerospace e railway. Ha emesso un minibond da 3 milioni di euro e ha debuttato sull’Extramot-Pro di Borsa Italiana (dedicato alle obbligazioni societarie e riservato a investitori professionali) il primo luglio 2013.

          => Il mercato dei minibond per le PMI

          Vediamo come è andata l’operazione finanziaria.

          (more…)

          Tags:

          • Creare un’impresa di successo: definire gli obiettivi

            Imprenditore di successoCosa distingue un imprenditore di successo? Ambizione, determinazione, capitali? Il segreto è che ha chiaro in mente l’obiettivo da raggiungere e la strada da percorrere. Una chiara formulazione degli obiettivi è la base per costruire un’impresa di successo.

            Capita spesso di leggere interviste a imprenditori di successo, di persone con una brillante carriera alle spalle o che hanno raggiunto l’apice del successo potendo contare solamente sulle proprie forze. Questi imprenditori, come tanti altri, fin dal principio della loro esperienza imprenditoriale avevano ben chiaro in mente il percorso da seguire per raggiungere la meta prefissata.

            Mi piace immaginare l’imprenditoria come un viaggio: la prima cosa da fare è definire chiaramente la destinazione. Solo dopo aver individuato la meta sarà facile trovare la strada da percorrere. Senza un obiettivo ben preciso non si potrà definire un piano d’azione e tutto sarà più difficile.

            Attenzione, comunque, a definire correttamente i propri obiettivi. Devono essere chiari, sfidanti, misurabili e raggiungibili, fondati sul soddisfacimento di un bisogno della collettività attraverso la produzione di un bene o l’erogazione di un servizio.

            L’obiettivo principale dell’azienda è formulato per un lungo periodo. Per questo motivo è importante che il principale obiettivo racchiuda in sé una serie di obiettivi secondari che prendano a riferimento un periodo più breve e che siano, pertanto, più facilmente gestibili. Anche gli obiettivi secondari possono essere suddivisi a loro volta in altri obiettivi più piccoli. In questo modo ogni obiettivo sarà formato da una serie di obiettivi più piccoli e tutti insieme concorreranno alla formazione di quello principale posto dall’imprenditore.

            Tags: