Contabilità e Fisco

  • Decreto milleproroghe: Scudo fiscale, studi di settore e non solo

    Decreto milleproroghe: Scudo fiscale, studi di settore e non soloL’art. 1 del decreto legge Milleproroghe, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 30 dicembre scorso, ha introdotto alcune importanti novità  in materia fiscale. In primis, in relazione al tanto dibattuto Scudo Fiscale.

    Come noto sarà  infatti possibile regolarizzare le attività  detenute all’estero alla data del 31 dicembre 2008 fino al 30 aprile 2010, attraverso il pagamento di una aliquota pari al 6% per le operazioni perfezionate entro il 28 febbraio e al 7% per quelle compiute fino 30 aprile 2010. Contestualmente sono stati raddoppiati i termini (otto anni dalla presentazione della dichiarazione, ovvero dieci anni in caso di omessa dichiarazione) per effettuare gli accertamenti fiscali basati sulla presunzione che gli investimenti e le attività  detenute all’estero sono costituiti mediante redditi sottratti a tassazione in Italia.
    Modulo RW
    (more…)

    Tags:

    • Modello 770 semplificato: analisi della bozza 2010

      Modello 770 semplificato: analisi della bozza 2010Nei giorni scorsi è stata pubblicata la bozza relativa al Modello 770 semplificato 2010 attraverso il quale i sostituti di imposta potranno comunicare i dati fiscali relativi alle ritenute operate, in particolari i dati relativi ai soggetti cui sono stati corrisposti nel 2009 redditi di lavoro dipendente, equiparati e assimilati, indennità  di fine rapporto, prestazioni in forma di capitale erogate da fondi pensione, redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi nonché i dati contributivi, previdenziali e assicurativi e quelli relativi all’assistenza fiscale prestata nel 2009 per il periodo d’imposta precedente.

      Diverse le novità  presenti nel modello pubblicato, vediamone alcune.
      (more…)

      Tags:

      • Comunicazioni IVA: da gennaio 2010 si cambia

        Sono stati recentemente approvati dall’Agenzia delle Entrate i nuovi modelli AA7/10 e AA9/10 unitamente alle istruzioni per la compilazione e presentazione telematica.

        I modelli dovranno essere utilizzati dall’1 gennaio 2010: il primo dai soggetti diversi dalle persone fisiche (società , enti, associazioni) e dalle persone fisiche, mentre il secondo, per le dichiarazioni di inizio attività , variazione dati o cessazione attività .
        (more…)

        • Scadenze per imprese: gli adempimenti di dicembre

          Adempimenti fiscaliPer le imprese, il mese di dicembre è sicuramente quello più impegnativo poiché ricade in un periodo in cui, oltre alle festività  natalizie e alla predisposizione dei conti per la chiusura dell´esercizio, è necessario prestare particolare attenzione alle scadenze fiscali.

          Ecco i principali adempimenti per la chiusura dell’anno.

          Il 16 dicembre scade il termine per il versamento delle ritenute alla fonte sul reddito di lavoro dipendente, autonomo e sulle provvigioni per rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione e di commercio corrisposti nel mese precedente. Il versamento va fatto utilizzando il modello F24 con modalità  automatica per i titolari di Partita IVA oppure presentando il modello F24 presso le banche o le agenzie postali. Contestualmente alle ritenute IRPEF l´impresa è tenuta a versare l´addizionale regionale e comunale.

          I sostituti d´imposta dovranno versare, inoltre, l´acconto sulle rivalutazioni dei fondi per il trattamento di fine rapporto di lavoro maturate nell’anno 2009.
          (more…)

          Tags:

          • Cartelli aziendali? Obbligatorio versare la tassa sulla pubblicità 

            Cartelli aziendali? Obbligatorio versare la tassa sulla pubblicità I cartelli che indicano l’itinerario per giungere alla sede di uno stabilimento, impresa o esercizio commerciale sono tassabili? La risposta è positiva, almeno secondo quanto deciso dalla sentenza della Corte di Cassazione del 4 novembre 2009 n. 23383.

            La pronuncia nasce a seguito del ricorso depositato da una società  nei confronti di diversi avvisi di accertamento emessi da un Comune piemontese; l’Amministrazione locale, infatti, contestava all’azienda il mancato pagamento dell’imposta comunale sulla pubblicità , in relazione ad alcuni cartelli collocati sulla strada e indicanti il percorso da seguire per giungere alla sua sede.
            (more…)

            Tags: