Contabilità e Fisco

  • TARSU: tassa dimenticata dalle imprese!

    TARSU: tassa dimenticata dalle imprese!Molti contribuenti ignorano gli obblighi relativi alla tassa sui rifiuti. Un tributo comunale che devono invece corrispondere tutti, compresi imprese e professionisti.

    I soggetti passivi della TARSU, innanzitutto, devono denunciare al Comune l’occupazione dei locali, redatta sui modelli forniti dai Comuni, ovvero deve contenere tutte le indicazioni stabilite dalla legge.

    Tra queste ricordiamo (nel caso in cui soggetto passivo sia una impresa) le generalità  della persona fisica, società  o altro ente che occupa l’immobile, e quelle dei loro rappresentanti legali; le informazioni su locali e aree, l’ubicazione, la superficie e la destinazione dei singoli locali ed aree.

    Per i locali censiti in catasto nelle categorie A, B e C, la superficie non può in ogni caso essere inferiore all’80% di quella indicata nel certificato catastale; le ripartizioni interne vanno indicate quando le superfici sono soggette a regimi fiscali differenziati. (more…)

    Tags:

    • L’IVA dei beni ammortizzabili

      L'IVA dei beni ammortizzabiliI beni ammortizzabili sono quei beni la cui vita utile si suddivide in più esercizi.
      L’ammortamento consiste in una procedura contabile attraverso la quale il valore dei beni viene trasferito per quote al conto economico.

      La detrazione dell’imposta assolta sull’atto dell’acquisto di un bene strumentale è possibile unicamente qualora sussistano contemporaneamente le seguenti condizioni: inerenza (presenza di un nesso di casualità  tra gli acquisti e l’attività  svolta dall’imprenditore); afferenza (correlazione con le operazioni attive imponibili). (more…)

      Tags:

      • Compensazione orizzontale dei crediti IVA

        Compensazione orrizontale dei crediti IVAL’articolo 10 del d.l. n. 78/2009, in materia di compensazioneorizzontale” di crediti IVA superiori a 10.000 euro stabilisce che, a partire dal 1 gennaio 2010, l’eccedenza IVA che superi detta soglia possa essere utilizzata in compensazione esclusivamente a partire dal 16esimo giorno del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione annuale o dell’istanza di rimborso/compensazione trimestrale.
        Tale norma si applica ai crediti maturati nel 2009.

        Per le eccedenze residue relative ad anni precedenti, anche superiore al limite fissato, valgono le vecchie regole, ovvero queste possono essere utilizzate anche prima della presentazione della dichiarazione annuale. (more…)

        Tags:

        • Trattamento contabile delle ferie in azienda

          Trattamento contabile delle ferieLe ferie sono un diritto irrinunciabile e non possono essere sostituite dalla relativa indennità  (ad eccezione dei contratti di durata inferiore ad un anno) salvo in caso di cessazione di rapporto di lavoro. Ogni dipendente ha diritto ad un periodo di ferie retribuite non inferiore a quattro settimane. Tale diritto matura in relazione all´attività  prestata dal dipendente nel corso dell´esercizio di riferimento.

          Le ferie sono disciplinate dai contratti collettivi di categoria e solitamente possono essere godute interamente nel corso dell´esercizio.

          E´ prevista inoltre la fruizione di due settimane ininterrotte nel corso dell´anno di maturazione e i restanti giorni entro i 18 mesi successivi. Qualora successivamente a tali 18 mesi il lavoratore non abbia ancora fruito delle quattro settimane di ferie per cause non riferibili alla propria volontà , lo stesso sarà  oggetto di specifico risarcimento del danno.
          (more…)

          Tags:

          • La cartella esattoriale notificata via posta non va pagata!

            La cartella esattoriale notificata via posta non va pagata!La notifica di una cartella esattoriale se effettuata per posta direttamente dall´Agente della riscossione deve considerarsi inesistente.
            Sono queste le conclusioni a cui è giunta la Commissione Tributaria di Lecce, la quale ha dichiarato l´illegittimità  della notifica degli atti esattoriali effettuati a mezzo posta.

            Tale modalità , infatti, se non effettuata da soggetti autorizzati dalla legge non produce effetti nei confronti del contribuente; in altre parole è come se l’ingiunzione di pagamento non fosse stata mai emessa.

            Secondo un precedente orientamento, invece, il potere della notifica dell’Agente della riscossione era da ricondurre nell´art. 26, comma 2, del d.p.r. 602/73, il quale stabilisce che “la notifica può essere eseguita anche mediante invio di raccomandata con avviso di ricevimento“.
            (more…)

            Tags: