• Nuove professioni e piccole imprese digitali: la fotografia in Italia

    professioni digitaliCrescono, se pur fra mille difficoltà . Sono bloggers, appmakers, youtubers, commercianti 2.0, professionisti del marketing e imprenditori digitali. La crisi del lavoro dipendente ha spinto sempre più Italiani, per scelta o necessità , a tentare di collocarsi e ri-collocarsi nel mercato dei servizi collegati al Web.

    Le nuove piccole imprese tecnologiche nascono, si sviluppano e spesso muoiono precocemente.
    Altre invece riescono ad affermarsi: secondo i recenti dati elaborati da Unioncamere nei primi sei mesi dell’anno sono nate ben 1300 aziende, in particolare:

    • Commercio online 1.047
    • Produzione software 630
    • Servizi di informazione 573
    • Manutenzione computer 543

    C’è quindi, e ci sarà , una domanda costante di dipendenti e liberi professionisti da inserire, per periodi più o meno prolungati, negli organigrammi e nei team di progetto delle imprese digitali.

    In alcuni casi c’è anche chi riesce a “sfondare”. Pensiamo a Clio Zammatteo, la più famosa delle Youtubers italiane diventata una celebrità  grazie ai suoi video tutorial sul make-up. Nei suoi tutorial sul canale Youtube fornisce spunti e consigli pratici, centrando appieno il suo target di riferimento.

    Che dire? In periodi di crisi almeno la creatività  non manca. Ma quanto si guadagna con questi servizi digitali innovativi?

    Se vuoi aggiornamenti su Nuove professioni e piccole imprese digitali: la fotografia in Italia inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *