• Incumbatori start-up: spazio all’Internet delle Cose

    Nice SpADigital Magics, venture incubator certificato di startup innovative digitali, ha siglato un accordo di collaborazione di tre anni per sviluppare attività di investimenti comuni in startup nell’ambito dell’Internet of Things con Nice SpA, specializzata in sistemi di automazione domestica e illuminazione (marchio FontanaArte).

    => Start-up innovative in Italia: quante sono e cosa fanno

    Assieme stanno strutturando un programma di Open Innovation Advisory, finalizzato allo scouting sistematico e all’investimento per le migliori iniziative, startup, progetti di ricerca, brevetti, tecnologie e innovazioni digitali, nel campo dell’Home Automation con un focus particolare su alcuni settori del comparto Smart Home & Building (telecontrollo, riscaldamento, illuminazione e antintrusione).

    Il venture incubator presenterà periodicamente a Nice SpA startup tecnologiche selezionate per l’alto potenziale di crescita e l’elevato grado di innovazione, organizzando anche eventi presso la sede dell’azienda a Oderzo (Treviso). Nice e Digital Magics decideranno quindi, di volta in volta, se investire insieme nelle idee di business proposte.

    L’accordo

    Con questa operazione, Nice SpA diventa anche membro del Digital Magics Angel Network: oltre 100 investitori privati, fondi istituzionali e operatori industriali fra cui Atlante Seed (Gruppo Intesa Sanpaolo), Banca Sella, Tamburi Investment Partners, Gruppo RCS, Gate14 Group, Gruppo Uvet e UniCredit.
    Nice collaborerà con l’incubatore nelle attività di selezione, mentorship e co-investimento delle idee proposte e delle startup in corso di sviluppo e già sviluppate da Digital Magics, mettendo a disposizione le proprie competenze e segnalando nuovi progetti.

    Enrico Gasperini, Fondatore e Presidente di Digital Magics :

    Questo accordo rappresenta un momento importante di rinnovamento di un tessuto imprenditoriale già presente nella nostra economia. L’Home Automation e l’Internet delle Cose, che per molti ambiti hanno caratteristiche simili all’imprenditoria italiana, sono settori su cui si stanno focalizzando un interesse e un’attenzione molto forti anche da parte dei principali operatori internazionali. Il nostro centro di competenza digitale, scouting e ricerca e sviluppo renderà disponibile il know how dell’incubatore a un gruppo industriale leader come Nice per il proprio processo di innovazione.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Incumbatori start-up: spazio all’Internet delle Cose inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *