• Regione Puglia: la crisi si batte con l’innovazione tecnologica

    Regione Puglia: la crisi si batte con l'innovazione tecnologicaGli aiuti alla ricerca e allo sviluppo industriale possono contribuire alla crescita economica del Paese, rafforzando la competitività  e aumentando l´occupazione. Su questi presupposti la Regione Puglia ha recentemente previsto aiuti agli investimenti in ricerca per le Pmi.

    L’obiettivo è quello di accrescere il contenuto innovativo delle attività  produttive regionali sia nei settori tradizionali sia in quelli hi-tech, stanziando la somma di 28 milioni di euro.

    I soggetti destinatari dell’aiuto sono obbligati ad apportare un contributo finanziario pari almeno al 25% dei costi ammissibili, attraverso risorse proprie o mediante finanziamento esterno, in forme prive di sostegno pubblico. Sono inoltre tenuti all’obbligo del mantenimento dei beni agevolati per almeno 5 anni.

    Sono ammissibili le spese strettamente connesse agli investimenti agevolati: spese di personale (ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario); costi della strumentazione e delle attrezzature di nuovo acquisto; costi della ricerca acquisita contrattualmente da terzi (università , Centri e Laboratori di ricerca pubblici e privati, quest´ultimi se iscritti all´Albo dei Laboratori del MUR); costi relativi a brevetti o diritti di proprietà  intellettuale acquisiti; ulteriori spese generali direttamente imputabili al progetto.

    L’importanza del contributo varia dal 35% al 75% dei costi agevolabili.
    La durata delle attività  ammesse a finanziamento non potrà  essere superiore ai 18 mesi dalla comunicazione di ammissibilità  al beneficio.

    Le domande devono essere redatte secondo gli schemi e le modalità  riportati nell´apposita modulistica.

    Le domande di ammissione (aperte il 19 gennaio 2009) devono essere trasmesse entro il 20 marzo 2009.

    Ulteriore informazioni possono essere richieste alla Regione Puglia, Servizio Industria ed Industria Energetica, ( tel. 0805405971, email ricerca2008@regione.puglia.it).
    Al seguente indirizzo web si può consultare ulteriore documentazione.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Regione Puglia: la crisi si batte con l’innovazione tecnologica inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. E’ positivo il fatto che la Regione Puglia abbia emanato una serie di bandi a favore della ricerca & sviluppo, ma ongo una domanda: in un periodo duro e difficile come questo, è questa la strada migliore per favorire le micro e piccolissime imprese e gli artigiani che costituiscono da soli circa il 90% dell’intero tessuto imprenditoriale regionale? Quali e quanti di questi soggetti ritenete sia realmente interessato ad interventi del genere?
      Credo che, oltre a tutte le misure di innovazione tecnologica, che indubbiamente sono utili, serva una politica economica mirata a realizzare fondi di garanzia e strumenti che consentano alle imprese di reagire nel miglior modo alla crisi…staremo a vedere!

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *