• Società  semplificate: costi e convenienza

    ssrl.jpg“I Bill Gates italiani saranno incentivati dalla creazione di una società  semplificata”, ha dichiarato il presidente del Consiglio Mario Monti commentando il decreto liberalizzazioni, che introduce Srl semplificate per i per i giovani sotto ai 35 anni, avviando dunque un’attività  imprenditoriale con costi e contabilità  ridotti.

    La domanda che tutti si pongono, a questo punto, è se si risolva in una iniziativa promozionale o in una riforma seria, se conviene davvero e quali saranno i vantaggi nel costituire una cosiddetta Ssrl a un euro, la società  semplificata a responsabilità  personale.

    Partiamo dal principio. Il tipo di società  che in genere maggiormente si predilige è, come noto, la Srl, società  a responsabilità  limitata, in quanto si è responsabili solo per il capitale sociale versato e si adatta un po’ a tutti coloro che vogliono aprire una piccola impresa.

    Come tutte (o quasi) le società , purtroppo la srl ha un costo di avviamento: per costituire una società  di capitali è quindi necessario andare da un notaio (costo di circa € 2.100,00 + vidimazione libri € 500,00 + versamento 25% capitale sociale € 2.500).
    Un prezzo da pagare che apparentemente non è altissimo, ma che frena tutti coloro, in particolare i giovani, che non si arrischiano a fare impresa per timore che, andando le cose male e avendo da parte pochissimo capitale, non riescano a sostenere eventuali perdite.

    La Ssrl cerca di venire incontro proprio a questa tipologia di “investitori”. Tutti coloro che, al di sotto dei 35 anni, vogliano fare una società , possono evitare di passare dal notaio, effettuare una scrittura privata e versare il simbolico capitale sociale di un euro. In questo modo si risparmiano tutte le spese per avviamento e capitale sociale, che ammontano ad una una tantum di oltre 5.000 euro, anche se è bene ricordare che per gli adempimenti successivi e sui redditi non ci sono sconti.

    Al momento, tuttavia, questo tipo di società  non è ancora costituibile. La SSRL debutterà  a seguito di un decreto ministeriale che sarà  emanato dal Ministro della Giustizia di concerto con il Ministro dell´Economia.
    Il decreto attuativo dovrà  essere varato entro sessanta giorni dall´entrata in vigore della legge di conversione e dovrà  disciplinare lo statuto standard delle società  nonché i criteri di accertamento delle qualità  soggettive dei soci.
    Fino all´emanazione di quel decreto non sarà  possibile depositare l´atto delle Ssrl presso il registro delle imprese. Infatti, l´orientamento di alcuni uffici, tra cui Milano e Torino, è di rifiutare l´iscrizione in attesa del decreto.

    E’ ipotizzabile dunque che prima di poter aprire una società  del genere ci voglia ancora qualche mese, sempre che la norma non venga modificata in sede di conversione in legge del Decreto Semplificazioni di Monti. Chi voglia aprire una società , adesso e per alcuni mesi, dovrà  per forza utilizzare la forma della srl, con tutti i costi che questo comporta. Se, e quando, le Ssrl diventeranno realtà , allora si potrà  risparmiare un bel gruzzoletto, senza dimenticare che se le cose andranno bene lo Stato, tramite gli adempimenti, prenderà  comunque la sua parte.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Società  semplificate: costi e convenienza inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. laura dice:

      salve siamo 2 ragazze di 31 anni e l altra di 38 anni volevamo chiederle se potevamo aprire una societa’ a capitale costo un euro.in attesa della vostra risposta cordiali saluti da laura garau

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *