• Sistemi Operativi: pregi e difetti di Mac OS in azienda

    Lavorare sul Mac: forse è un'usanza più diffusa di quanto non si pensiMac OS X è sicuramente un sistema molto diverso da tutti gli altri: richiede hardware specifico, che spesso viene acquistato solo per godere delle caratteristiche di questo OS, e spesso è visto quasi come una religione dai propri utilizzatori.

    Ma se abbiamo visto come Linux può aiutarci in azienda, anche Mac OS può riservarci delle sorprese.

    Mac OS è un sistema proprietario della Apple, e diversamente da Windows e Linux, ricorda più un sistema embedded che un computer: quando acquistate un computer con la mela, comprate sia il PC che il sistema operativo in un unica soluzione (diversamente da quanto accade quando si comprano i PC dai rivenditori all’ingrosso).

    Questo proprio per il fatto che macchina e software sono disegnati l’uno per l’altro, il che si traduce in molti vantaggi e caratteristiche. Vediamoli insieme.

    Primo tra tutti, il supporto tecnico. Un Mac potrebbe essere una buona soluzione per chi – come chi lavora – ha bisogno di affidabilità  sia dal punto di vista software che da quello hardware: proprio per quanto detto sopra non si avranno mai problemi di compatibilità  di periferiche. Inoltre Mac OS è un sistema molto stabile, e anche i malware e i virus più comuni sono inoffensivi.

    Bisogna però tenere ben presente il tipo di impiego che se ne vuole fare. Mac infatti vanta degli applicativi commerciali di alto livello, ma non in tutti gli ambiti: per quanto riguarda la produzione multimediale oggi Mac è considerato il non plus ultra, sia per la stabilità  della macchina, sia per la vasta scelta di software di altissima qualità .

    Tuttavia, Mac non ha una grossa scelta per quanto riguarda i software gestionali, cosa che potrebbe renderlo meno appetibile nell’utilizzo come terminale per i propri dipendenti. Inoltre, la stretta integrazione tra hardware e software ha un prezzo, che è molto più alto di quello dei PC tradizionali.

    Diverse aziende di grafica utilizzano soltanto computer di casa Apple per i loro dipendenti; tuttavia, sebbene sia azzardato in una azienda qualsiasi utilizzare solo terminali Macintosh, è anche vero che una macchina dalle caratteristiche così peculiari potrebbe rivelarsi molto utile in alcune situazioni.

    Quindi, avere un Mac nella propria azienda significa sicuramente avvalersi di una macchina dalle grosse potenzialità . Ma sono potenzialità  che ci serve di sfruttare?

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Sistemi Operativi: pregi e difetti di Mac OS in azienda inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. dal 1997 gestiamo con applicativo sviluppato in proprio su data base 4D che gestisce una ventina di postazioni rigorosamente Mac gestionale aziendale controllo e gestione della produzione gestione del magazzino tramite iPod touch in tempo reale direttamente dal magazzino consultazione data base aziendale tramite web iPhone compreso… ecco come si possono sviluppare le …potenzialità  ..

    2. Non solo Mac dice:

      Dopo tanti anni di Windows passare a Mac è stata una fortuna. I gestionali esistono, sono tanti e con molte funzioni. Se poi si gira col paraocchi……………..

    3. ercole dice:

      manca SW? installa X11 (gratuito e facilmente reperibile sul DVD di sistema a corredo di Mac) ed avrai accesso a tutto il sw UNIX da 30-35 anni indietro ad oggi… con un’interfaccia grafica (X11, appunto). Per puro caso unix è nato come s.o. tipicamente aziendale e business… e, per quanto riguarda i costi, a parità  di configurazione e prestazioni qualsiasi macchina branded costa gli stessi soldi di mac, con minore integrazione fra sw e hw. Le leggende metropolitane sono dure a morire…

    4. ercole dice:

      dimenticavo: la maggior parte del sw ch gira sotto X11 è GRATUITO…

    5. Dario Freddi dice:

      ercole: Io ci vedo poche leggende metropolitane, basta entrare in un negozio e controllare i prezzi. Per quanto poi la community di utenti Mac passi ogni giorno a tentare di dimostrare che PC e Mac costano uguali, pensa soltanto a quanto Apple fa “la cresta” sulla RAM.
      Per quanto riguarda X11 ok, ma è comunque un appesantimento notevole, e se proprio se dipendente da software che gira su X tanto vale passare a Linux.

    6. morello dice:

      Sei tu il mio caro Freddi, che probabilmente usi linux o winzozz a credere nelle leggende metropolitane

    7. morello dice:

      Inoltre quel MOLTO DI PIU andrebbe tolto poichè i mac non costano di più per le ragioni che hai dato tu ma perchè hanno tutte le parti hardware molto nuove ed unaa stabilita di sistema inimitabile.

      E come diceva qualcuno ” Non è il mio Mac che costa 1000 euro in più del tuo che ne costa 700; è il tuo che costa 700 euro in più del normale”

    8. Roberto dice:

      io utilizzo pc windows, mainframe bs2000 siemens, unix e linux da 27 anni (ho visto cose che voi umani…Blade Runner), ho provato il Mac e posso dire, con cognizione di causa, che il Mac lo vedo un po’ per “fighetti”; e cioè funziona troppo bene per essere interessante. se mi togli tutti i problemi diventa noioso. il bello a volte è anche usare un po’ il cervello e la fantasia per risolvere qualche intoppo. vuoi mettere la soddisfazione di risolvere qualche problema che altri non hanno risolto? se invece funziona sempre tutto troppo bene non si lascia spazio all’immaginazione. in poche parole il Mac ti “restringe la mente”. by. Roby
      dai forza con gli insulti dei “Macchiani”

    9. gigetto\ dice:

      Ma ti rendi conto di quello ke dici???

      E’ come se dicessi che và  meglio una ritmo con la batteria scarica dell’89 rispetto ad una macchina senza propblemi appena uscita dal tagliando…

      Ma dove stiamo andando… la dipendenza da sistemi winslozz aumenta sempre più…poveri winsozziani…magari preferiscono avere + problemi xke così lvorano più ore per niente…

      Eccoti il commento Roberto XD

    10. Ercole dice:

      Roberto: concordo con te che è divertente poter esprimere le proprie capacità  per risolvere problemi. Un paragone: negli anni ’60 con un poco di ingegno ed un cacciavite (ok, qualche cosa di più di un cacciavite) potevi prenderti un’automobile “normale” e trasformarla in un missile da rally. Adesso… lasciamo perdere. MA. adesso, anche se non capisci niente di meccanica, comunque parti in salita, la macchina parcheggia da sola, ti mettono persino lo svegliarino (perchè altrimenti ti addormenti, fa tutto la macchina) = anche l’imbranato cronico riesce a guidare. Forse non è il meglio, ma è una possibilità  in più. Per Mac: con VM o Parallel hai una macchina virtuale (molte, veramente) che ti permette di far girare in contmporanea più di un sistema operativo (personalmente provato Ubuntu + Win XP + Win ME, il tutto intanto che andava OSX). Prima o poi imparerò a lavorare da terminale – qualche pezzettino fatto mi ha dato l’idea di una potenza spaventosa (e forse per questo non pubblicizzata). Il mio lavoro però è altro, mi chiede una macchina pronta e gestibile con il minimo sforzo – tolto che in vacanza quando gioco. Per Dario Freddi: a parità  di configurazione HW ormai le macchine branded costano tutte uguali (+/- 5% fra una e l’altra e anche meno), salvo fine serie o campagne particolari. Apple non è nè meglio nè peggio: è in linea con gli altri; ha alcune soluzioni molto piacevoli, altre meno. Se però ti piace avere il case aperto e sperimentare con schede &C, NON acquistare Apple, sono macchine fatte per non aver necessità  di intervento e non per giocare alle espansioni (i professionali sono espandibili, abbondantemente, ma per cose “serie” tipo schede dati megagalattiche o configurazioni RAID pluri tera. PS: se devi fare esperimenti o giocare con l’HW, meglio che ti COSTRUISCI DA SOLO un assemblato, così fai esattamente quello che vuoi, al costo che vuoi, lasciando tutte le porte, espansioni etc etc che vuoi – non lamentarti se un bel dì vedremo spuntare un fil di fumo, fa parte della normalità ; normale è anche divertirsi un totale e NON lavorare con quella macchina. RAM: e chi mai la compera da Apple? Kingston e altri, funziona perfettamente (è memoria certificata). Forse, se la consideri così, vedi che Mac è molto poco da fighetti e molto più da lavoratori… per un utente non geek di informatica. (differenza fra spiderino cattivo sempre in officina, ma fiiigo ed il barboso diesel da 100000 km/anno).

    11. Franco dice:

      scusatemi ma mi sorge una domanda:
      se compro un mac divento “accanito” come gli altri possessori di mac? vorrei sapere se è un processo naturale, tutto qui.

    12. Ercole dice:

      @ Franco: ahi ahi ahi signora longari… le “cattive” abitudini si prendono in fretta… lavorando in relax, è naturale farci l’abitudine, e viene altrettanto naturale reagire esattamente come il micio che dorme placido sul morbido cuscino: se lo disturbi GRAFFIA.

    13. Ercole dice:

      @ Franco
      Post Scriptum: benvenuto nel club/community
      Post Scriptum 2: non fidarti di Parallels switch, prendi direttamente Parallels, così trasferisci di pacca l’ex PC (Win compreso) su Mac senza limiti, e puoi installarti anche diverse versioni di Win, se ti può fare comodo (es. un vecchio gioco…)

    14. Franco dice:

      Sono un novellino quindi ti faccio un’altra domanda:
      sono intenzionato a comprare un macbook pro,
      quale Parallels mi consigli?

    15. Ercole dice:

      @ Franco: sicuramente almeno la versione 4. E’ uscita in questi giorni la versione 5, verificato per la compatibilità  con OSX 10.6 (Snow Leopard) e virtualizzazione di Vista e WIndows 7. Guarda a http://www.parallels.com/it/products/desktop
      per informazioni dettagliate ed anche per un eventuale download e/o acquisto on-line.

    16. giuseppe dice:

      ragazzi devo comprare un nuovo pc.
      sono indeciso tra mac e un pc normale. non ho esigenze di lavoro particolare pero vorrei un computer veramente buono. Cosa mi consigliate di fare? ps:non fa niente se devo spendere qualcosa in piu.

    17. Pier Paolo dice:

      Da oltre un anno dopo una lunghissima esperienza con Windows sono passato a iMAC; non ne potevo più di incomprensibili ed improvvise interruzioni e le incompatibilità  con le periferiche ( quasi inutilizzabile lo scanner che riuscivo a volte a riattivare staccando e riattaccando il cavetto USB ) con conseguente perdita di dati anche importanti.
      Mi interesso principalmente di fotografia, ma non disdegno ora di addentrarmi in altri campi, con grande sicurezza grazie al MAC. Facilissimo da usare, te lo consiglio senza riserve: non te ne pentirai mai!

    18. Piterpan dice:

      Ho comprato da poco um IMac perchè stanco di continue formattazioni e di continui blocchi, non sono un esperto di informatica e risolvo a mala pena le difficolta che spesso vado incontro, continuo a mantenere in vita il vecchio fisso ed il vecchio portatile per provare ad avere una visione il più possibile obiettiva e provare a non essere di parte, posso dire solo che per il momento non ho incontrato grossi problemi di nessuna sorta con il Mac, certo mi sento molto più tranquillo sapendo che posso scorrazzare liberamente sulla rete e scaricare di tutto, mentre prima dovevo fare molta attenzione anche quando scaricavo una semplice canzone, vi faro sapere in seguito se riuscirò a bloccarlo, tanto se mi capita ho i CD di installazione originali compresi con il Mac cose che con il vecchio pc non avevo perche li dovevo acquistare a parte.

    19. Franco dice:

      scusate,
      ma i giochi per PC non sono quasi mai per il mac e un appassionato come me che se ne fà  di un IMac se poi gli ultimi giochi e quelli che usciranno non sono mai per il mac?

    20. Ercole dice:

      Compri un Mac: per lavorare usi OSX, per giocare lanci BootCamp (che è parte di OSX) e giri tranquillamente in Win… oppure, con limitazioni, vai sotto Parallels o VMware o altro programma di emulazione di altri sistemi operativi. Con Mac si può…

    21. Ercole dice:

      SEMPLICE. Compri il Mac – adesso iMac è anche quad core (Xeon, come i professionali), schermo 27 pollici, poi all’avvio lanci win da Boot Camp (che è inserito “di nascita” nei computer melati intel). Ovvio, devi installare win sulla partizione che boot camp crea (licenza originale, è meglio), poi vedi che scheggia… e puoi sempre lavorare sotto osx o linux (via Parallels o VMware). Il buffo è che NON c’è un virtualizzatore decente per i vecchi S.O. Mac… anche se Rosetta non è male.

    22. Roberto dice:

      Ho appena acquistato il mio primo iMac 27″ quad core i7 con 8Gb RAM. spero di non diventare anch’io acido come i partecipanti di questo blog al primo morso della mela…
      devo dire che ogni sistema operativo ha i suoi pregi e difetti e non vedo perchè accanirsi in questo modo sulla difesa del Mac. Inoltre mi viene da pensare che, se lo difendete in questo modo, ci sia qualcosa per cui essere difeso.
      In attesa di inacidirmi anch’io, lo provo e poi vi saprò dire come mi trovo.
      C’è comunque da dire che non è proprio a “buon mercato”; sia l’iMac che Photoshop CS4 che Element. l’unica cosa che costa poco è iWord (59 euro). Dovrebbe arrivarmi a giorni e non vedo l’ora. Mi sapere dire qualche sito per iniziare? parto già  con un’ottima (e non lo dico per tracotanza) conoscenza di Linux e Windows (o winzozz come lo chiamte voi…) nonch’è approfondita conoscenza di hardware e analisi e programmazione.
      ciao a tutti.

    23. Ercole dice:

      Ciao Roberto: la tua conoscenza di Linux sarà  preziosa – anche OSX è Unix, ci sono alcune differenze, ma non superiori a quelle fra una distro e l’altra di Linux (vedi Debian vs Fedora). E ti troverai sparato ad utilizzare il terminale… nella migliore tradizione Unix, penso sarai MOLTO contento. Per CS di Adobe concordo che il prezzo è esoso, d’altra parte GIMP (lo conoscerai di sicuro, è nato sotto Linux), freeware, a livello professionale è più brigoso da usare e manca della possibilità  offerte dai plug-in. Adobe purtroppo in questo caso è virtualmente monopolista. Ha fatto tanto, ma ci marcia anche. Tieni d’occhio Sourceforge, è una miniera! e praticamente tutto gratis.

    24. Ercole dice:

      P.S. per Roberto: se puoi aumenta la RAM (a memoria direi che hai ancora due slot liberi): Kingston, affidabile e più economica di Apple – è comunque memoria certificata Apple – e vedrai che missile… ha gli stessi effetti positivi che sotto linux.

    25. Roberto dice:

      grazie per i consigli Ercole.
      si, in effetti sono molto contento del terminale…
      mi consigli di aumentare la ram ma di quanto? non bastano 8Gb? in realtà  la macchina è offerta a 4Gb e l’ho aumentata io pensando di fare cosa giusta, ma non pensavo che sarebbe stata ancora poca!

    26. Franco dice:

      grazie a tutti,
      altra domanda:
      perchè 8 GB di Ram sarebbero pochi?
      quale applicazione utilizza più di 8 GB di Ram?

      Premessa:
      Conosco poco Linux e il tuo “terribile” terminale (quando uno come me non sà  utilizzare il terminale è un incubo doverlo aprire e scriverci dentro e un’agonia xD)
      avendo usato Ubuntu.

      perchè o quando è utile utilizzare il terminale del OSX?

    27. Roberto dice:

      Franco, pensa che io, olte al mio pc, ho sulla scrivania una macchina Linux Fedora nella quale non ho nemmeno installato X (l’interfaccia grafica). quindi lavoro solo ed esclusivamente con il teminale a caratteri. tu chiedi quando è utile utilizzare il terminale. per me sempre! qualsiasi comando eseguito su terminale è immediato. anche una semplice copia di file o per esempio inserire dei permessi di accesso a una o più cartelle, o cercare un files o qualunque altra cosa che riguardi il server (ovviamente la macchina linux è un server web e di rete e non ha niente a che fare con la grafica…).

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *