• Abruzzo, contributi assunzioni e tirocini

    I datori di lavoro hanno ancora pochi giorni di tempo per aderire al programma “30+” con il quale la Regione Abruzzo intende agevolare l’ingresso nel mercato del lavoro dei giovani che vivono nel territorio, con priorità per i Comuni ricadenti nelle cosiddette aree di crisi, nelle aree interne o nelle aree territoriali interessate dagli Aiuti a finalità regionale. In pratica, aderendo al programma, i datori di lavoro potranno accedere alla Borsa Lavoro della Regione Abruzzo e scegliere, fra tutti i giovani iscritti al programma, un candidato ai fini di assunzione a tempo indeterminato o per la realizzazione di tirocini formativi. In entrambi i casi i datori di lavoro avranno a disposizione contributi che potranno arrivare anche a 9.000 euro.

    => Internazionalizzazione: contributi alle PMI di Teramo

    Borsa Lavoro della Regione Abruzzo è una piattaforma telematica che favorisce l’incontro tra giovani under 35 e datori di lavoro abruzzesi. In pratica i primi inseriscono la loro disponibilità e le loro esperienze mentre i secondi potranno procedere a selezione in base alle esigenze della propria impresa. Per i datori di lavoro che procederanno a selezione ai fini dell’assunzione a tempo indeterminato o del tirocinio formativo finalizzato all’assunzione sono previsti contributi da parte della Regione Abruzzo. E questo a condizione che il datore di lavoro invii la propria candidatura entro il 20 maggio 2016. I datori di lavoro del settore privato con sede operativa in Abruzzo possono selezionare i giovani, tramite consultazione online del curriculum, per avviare tirocini formativi extracurriculari. Una volta scelto il candidato occorre presentare richiesta di autorizzazione al tirocinio tramite invio di un messaggio di posta elettronica certificata all’indirizzo lavoro@pec.regione.abruzzo.it.

    => Prestiti alle imprese agroalimentari in Abruzzo

    Il tirocinio ha durata semestrale e viene avviato a seguito di stipula della Convenzione e redazione del Piano Formativo. Al tirocinante è riconosciuto un rimborso mensile di 600 euro. Tale somma è erogata dal soggetto ospitante al quale verrà mensilmente rimborsata dalla Regione Abruzzo. Successivamente al tirocinio ovvero in sostituzione ad esso, il datore di lavoro può procedere all’assunzione del giovane. In tal caso riceve un incentivo dalla Regione Abruzzo pari a 6.000 euro se l’assunto è di sesso maschile e 9.000 euro se di sesso femminile. Per i contratti part-time, purché di durata non inferiore al 50% del monte ore previsto dal CCNL di riferimento, il bonus è proporzionalmente ridotto.

    La candidatura, completa dei documenti previsti dal bando, devono essere inviati alla Regione Abruzzo tramite PEC alla Regione Abruzzo entro il 20 maggio 2016.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Abruzzo, contributi assunzioni e tirocini inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *