• Italian Innovation Day: l’innovazione italiana sbarca negli Stati Uniti

    iidIl 31 marzo a Stanford e il 5 maggio a New York l’imprenditorialità  italiana sarà  di scena nel paese simbolo del capitalismo.

    L’Italian Innovation day è l’evoluzione dello “showcase” dell’ innovazione italiana che Mind the Bridge Foundation, organizza oramai da quattro anni esportando negli Stati Uniti, le migliori idee della sua competizione annuale per business plan.

    L’evento fa leva sull’educazione all’innovazione e la valorizzazione delle eccellenze imprenditoriali italiane, due pilastri fondamentali per far conosceree la nostra cultura economica nel mondo.

    Gli obiettivi principali dell’IID sono:

    1. mostrare le migliori PMI italiane in ascesa
    2. creare opportunità  per nuove partnership
    3. rafforzare i legami nell’ecosistema internazionale dell’innovazione
    4. richiamare l’attenzione di imprenditori, investitori e mentor da Italia e Stati Uniti

    L´IID nasce dagli sforzi congiunti della Fondazione Mind the Bridge, Intesa Sanpaolo, promotore della Startup Initiative, e Booz & Co, principale sostenitore del Programma Fulbright BEST.

    Un’iniziativa di grande risonanza, soprattutto per rilanciare a livello internazionale il know-how del fare impresa italiano, in cui valori come la creatività  e qualità  dei prodotti, uniti alla capacità  di sviluppare reti di imprese, sono caratteristici del nostro DNA economico, sociale e culturale.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Italian Innovation Day: l’innovazione italiana sbarca negli Stati Uniti inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. alberto panicucci dice:

      è una bellissima iniziativa, decisamente innovativa. ed è molto importante che anche un grande gruppo bancario come Intesa la supporti. onore al merito a tutti gli organizzatori!

    2. fabrizio scatena dice:

      Caro Alberto,

      pensi che sarebbe possibile far sponsorizzare dalla Banca D’italia un avvenimento di questo titpo, ma in Italia? Dobbiamo chiederci perchè le nostre imprese vanno all’estero per cercare finanziatori.

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *