• Un terzo dei messaggi SPAM riguarda farmaci

    Ho letto di recente un articolo di CyberMed, nel quale si evidenzia come un terzo dei messaggi che intasano (quotidianamente) le nostre caselle mail sia a “sfondo farmacologico”.

    L’affermazione deriva da una ricerca condotta dall’Università di Toronto. Da parte di due ricercatori che hanno analizzato circa 1500 messaggi di SPAM.

    Entrando maggiormente nello specifico, i farmaci erano: antidolorifici, prodotti dimagranti e anti obesità a base di misture di erbe particolari o rimedi per le disfunzioni erettili.

    Ora io mi domando, con poche risposte: perché il mercato farmacologico attira così tanto gli spammer? Che sia la fonte più redditizia? Che riescano a vendere più farmaci che riviste o altri materiali?

    Viene da pensare che sia così, altrimenti non si vedrebbe la ragione di continuare lungo uno strada che sembrerebbe percorsa in tutte le direzioni possibili.

    E le case farmaceutiche in tutto questo? Possibile che lo SPAM provenga da loro? Prima di fare delle accuse bisognerebbe documentarsi a dovere, ma lo scopo di questo post è cercare di comprendere per quale motivo si ponga tanta attenzione sui farmaci.

    Fuor di polemica, le condizioni sanitarie mondiali sono (oggi più che mai) investite da critiche, rivoluzioni, cambiamenti e stravolgimenti.

    Che ci sia una maggiore attenzione mondiale alla salute del singolo? Oggi più di ieri aumenta il tempo dedicato alla cura della salute e della persona, i rapporti medico-paziente si evolvono entrando in una concezione olistica della medicina.

    Ecco dunque l’interesse vero i farmaci e i derivati. Probabilmente si fa leva su un settore che è molto sentito dalle persone più deboli, e (probabilmente) più bisognose di aiuto e facili da “truffare”

    Mi verrebbe da pensare che questa sia la causa di una tale diffusione di questi messaggi: si “investe” e si punta soprattutto sul bisogno delle persone. Forse però ignoro qualcosa di più importante.

    Voi cosa ne pensate a riguardo?

    Se vuoi aggiornamenti su Un terzo dei messaggi SPAM riguarda farmaci inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *