• In prova QuickOffice, la prima Suite Office per iPhone

    quickoffice iphoneQuando ci si interrogava sulle potenzialità  dell’iPhone per gli utenti business, una delle carenze più evidenti risultava essere la mancanza di una Suite Office con cui editare e creare file Word ed Excel.
    Finalmente, dopo una lunga attesa, questa lacuna è stata colmata da QuickOffice che ha rilasciato la sua famosa suite anche per piattaforma iPhone.

    Il suo costo è di 15,99€: forse un po’ alto rispetto alla media delle applicazioni per iPhone, ma sicuramente la qualità  del prodotto vale ogni euro speso.

    Purtroppo c’è da constatare subito che la suite non prevede al momento una localizzazione in lingua italiana, ma questo non ostacola l’usabilità  del software che è molto buona.

    La suite prevede 3 distinti componenti: Quickword, Quicksheet e Quickoffice Files.

    Quickword come è facilmente intuibile è il software che replica su iPhone il programma di editing dei testi Word.

    Quickword non è niente male, l’usabilità  è di primo piano. Da sottolineare la possibilità  di editare i testi in landscape che ci permette un migliore utilizzo della tastiera virtuale.
    Presente il taglia, copia ed incolla fondamentale per queste applicazioni.

    Potremo dunque creare nuovi fogli di testo o modificarli, formattarli, evidenziare i paragrafi, utilizzare i caratteri grassetto e corsivo. Al momento non c’è la possibilità  di inserire immagini.

    Quickword permette di aprire e gestire i formati Microsoft Office sino alla versione 2003. Per i file creati con Office 2007, Quickword permette la sola visualizzazione ma non l’editing.

    quickoffice iphone

    Quicksheet rappresenta sostanzialmente Excel. Anche in questo caso, nonostante l’uso di Excel in uno schermo sia molto difficoltosa, l’usabilità  è più che discreta. Grazie ai menu scorciatoia è possibile gestire con facilità  le caselle e le formule.

    Personalmente suggerisco Quicksheet per un utilizzo di modifica veloce più che per la creazione di file da zero.
    Anche qui come per Quickword, è garantita la compatibilità  per i formati sino a Microsoft Excel 2003. I file realizzati con Excel 2007 possono solo essere letti ma non editati.

    Quickoffice Files è l’utility della suite che ci permette di comunicare con il computer per lo scambio dei file via Wi-Fi.
    Ci viene data anche la possibilità  di connetterci direttamente con il servizio MobileMe di Apple (solo per abbonati).

    Al momento purtroppo non è possibile editare file ricevuti via email direttamente dall’iPhone, una limitazione abbastanza seria ma che dovrebbe essere colmata nei prossimi aggiornamenti della suite.
    In conclusione, dopo questa breve panoramica d’utilizzo si può affermare che QuickOffice va a colmare felicemente una grossa lacuna dell’iPhone e rende il cellulare di Apple finalmente pienamente adatto anche all’utilizzo Business.

    Tuttavia, sono in arrivo anche altre Suite Office per iPhone e dunque suggerirei di attendere ancora e poi di compiere la nostra scelta in base alle proprie esigenze.

    [youtube p91x-5LwSFs]

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su In prova QuickOffice, la prima Suite Office per iPhone inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *