• Marketing Project Manager: professione in ascesa?

    project-managers.jpgIl Marketing Project Manager gestisce attività  e risorse di diversa natura (economiche, umane, tecnologiche, conoscitive) per raggiungere gli obiettivi progettuali prefissati e monitora, controlla e valuta andamento e risultati del progetto nel suo complesso.

    Project Management => Guida alle strategie

    Come si diventa MPM?

    Non esiste un percorso univoco per diventare Marketing Project Manager, il percorso va costruito. Sicuramente una formazione mirata e certificata ne aumenterà  il valore e l’efficacia.

    Le lauree consigliate sono: Economia, Psicologia del marketing, Sociologia, Scienze della Comunicazione, Scienze Politiche.

    Marketing => Vedi gli strumenti digitali per battere la concorrenza

    È poi necessaria una formazione post laurea, magari con master di specializzazione in Marketing, Sales Management e Comunicazione d’impresa (certificato ASFOR) o un Programma di formazione in Project Management (certificato dall’Istituto Italiano di Project Management).

    Last but not the least: fare esperienza lavorando il più possibile su progetti con colleghi senior.

    Quali gli sbocchi professionali?

    Spesso il MPM opera in grandi aziende o in PMI, ma grazie alla sua duttilità  può anche gestire progetti per organizzazioni no profit, aziende pubbliche e perfino partiti politici.

    IL MPM può lavorare come dipendente o consulente (libero professionista) per periodi più o meno prolungati, per una o più organizzazioni contemporaneamente.

    Può essere membro di Project team dedicati a progetti complessi, in cui sono richieste competenze di:

    • Marketing Management
    • Sales Management
    • Comunicazione d’impresa
    • Project Management

    Se vuoi aggiornamenti su Marketing Project Manager: professione in ascesa? inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. Vito Madaio dice:

      Complimenti!
      Ne abbiamo inventata un’altra di professione.
      Che ci azzecca il Marketing con il Project Manager?
      A quale standard fai riferimento?
      Mi sembra di capire: ASFOR e ISIPM.
      Se per te il mondo finisce lì, fai pure. Comunque, mi piacerebbe incontrare un Marketing Project Manager o è virtule?
      Hai mai sentito parlare del PMI (Project Management Institute) e di TenStep o Prince2 ?
      Al tuo osto ci darei un’occhiata, prima di scrivere di project management.

    2. Gentile Vito, la ringrazio per il commento.

      Dipende dall’ambito operativo in cui il PM si trova ad operare?

      Se si parla di un progetto di marketing complesso, un PM che ha maturato esperienza in quell’ambito, può essere efficace.

      Conosco le certificazioni di cui lei parla, sono state oggetto di esame per me, quando mi sono certificato ISIPM.

      Il post aveva l’obiettivo di stimolare una discussione sulla necessità  di parlare professionalmente sia di marketing, sia di PM, avendo seguito dei percorsi professionali e certificati per entrambe le aree manageriali.

      Nella recentissima presentazione in power point sul PM realizzata dall’ISIPM, e utilizzata nell’evento sulle libere professioni organizzato dal COLAP, si faceva riferimento anche al marketing come ambito di provenienza dei PM.

      Se ha modo di effettuare delle ricerche sulle figure professionali richieste nel mercato statunitense, troverà  anche il Marketing Project Manager.

      Spero di averla dato qualche elemento in più.

      Cordialità 

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *