• Bonus bebè per nascite e adozioni

    Bonus bebèOttanta euro. Ancora un altro bonus del governo Renzi verso i contribuenti italiani. E questa volta ad essere corteggiate sono le famiglie che avranno un figlio o lo adotteranno, tra il 2015 e il 2017. Ottanta euro al mese fino al compimento del terzo anno del bambino per le famiglie con redditi inferiori a 90.000 euro annui. Attenzione però: c’è una piccola clausola nel Ddl Stabilità 2015: il Ministero potrà ridurre la soglia di reddito se i costi dovessero aumentare.

    Bonus bebè al via dunque: 80 euro al mese o 960 euro l’anno (2.880 euro complessivi). Se il tutto sarà confermato in via ufficiale, è quanto percepiranno neo-madri e padri nel prossimo triennio.

    => Speciale Legge di Stabilità 2015

    Si potrà fruire del bonus fin dal primo giorno di vita del bambino e, comunque, fino al compimento del terzo anno di età. Il beneficio è riservato ai nuclei familiari con redditi inferiori a 90.000 euro annui (ISEE di 36mila euro). Il tetto massimo salterebbe dal quarto/quinto figlio in poi (si aspettano i dettagli). L’assegno sarà corrisposto dall’INPS su base mensile e sarà destinato anche per le adozioni di minori indipendentemente dall’età. In tal caso il bonus sarà erogato dal mese in cui il bambino adottato entra nel nucleo familiare.

    => Il Bonus Bebè nella Ddl Stabilità 2015

    A copertura del bonus bebè la Legge di Stabilità 2015 prevede uno stanziamento monitorato dall’INPS al fine di individuare eventuali oneri non previsti. In caso di scostamenti, un nuovo decreto del Ministero dell’Economia provvederà a rideterminare l’importo annuo e il limite reddituale.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Bonus bebè per nascite e adozioni inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. Diego dice:

      E quelli nati il 31 dicembre 2014?

    2. Pierluigi dice:

      Questo BONUS è come gli “sconti fine stagione” con la differenza che un acquisto lo puoi programmare!
      Se del contributo temporaneo può usufruire la famiglia fino al compimento dei 3 anni del figlio sarebbe corretto che anche coloro che hanno già un bimbo di 1 o 2 anni potessero goderne.

      • Nicola dice:

        Concordo in pieno anche perché mio figlio è nato a settembre 2014 e sarebbe ingiusto non poter usufruire di nessun aiuto

    3. Alessandro dice:

      Ma non sono un po’ tanti 90 mila euro come limite di reddito?
      Perchè nessuno ha mai parlato di questo?

    4. Nicola dice:

      Hai proprio ragione, possono usare la fascia di reddito che utilizzano per le impegnative usl e quella più giusta sarebbe la R2.

    5. ide dice:

      Io sono straniera ormai da 10 anni in Italia ed ho la cittadinanza italiana ed ho avuto il secondo figlio ad ottobre 2014 e non capisco una cosa ma neo mamma non significa mamma che è diventata da poco ? Neo significa: recente, nuovo, come per il neo nato. Avrebbero dovuto dire: le future mamme e non neomamme che è tutt’altra cosa.

    6. antonio dice:

      una domanda:ma i bebe nati novembre 2014 usufruiscono dei 80 euro?VORREI UNA RISPOSTA

    7. maria dice:

      mio figlio di pietro lorenzo e nato in agosto 2014 e io voglio usufrire il bonus bebè

    8. umberto enna dice:

      Osservazione per quanto riguarda ASDI 2016.Il 7 gennaio scriveva Barbara Weisz che dall’11 gennaio 16 sarebbe stato possibile presentare all’INPS la domanda per ottenere l’ASDI 2016.Interpellato in proposito l’INPS ha risposto di non avere ancora emesso Circolari o Messaggi riguardo ASDI e di conseguenza i Patronati non hanno istruzioni e non possono fare nessuna richiesta.

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *