• Focus su Maxthon, il browser cinese

    Maxthon BrowserTempo fa cercavo un browser veloce da utilizzare al posto di Internet Explorer. Ne ho provati diversi ma alla fine ho scelto Maxthon. La scelta è caduta su questo software perché cercavo qualcosa che funzionasse anche in casi particolari, come con gli ActiveX e Java. Queste opzioni possono essere naturalmente disattivate, se l’utente lo desidera.

    Creato da Jeff Chen, cinese, questo browser è particolarmente usato in Cina, precisamente il secondo più utilizzato. Perché? Forse anche per nazionalismo ma principalmente perché permette l’inserimento di diversi proxy server sviando i controlli delle autorità . Fondamentale per la sua diffusione è anche la gratuità  (freeware). Alcune menti del progetto hanno già  lavorato con aziende del calibro di Skype e Aol.

    Pare che Google abbia fiducia in questo progetto perché ha investito su di esso.

    Dal momento che il motore di Maxthon è basato su Internet Explorer, anche l’interfaccia grafica (skin), se lo si desidera, può essere scelta similare ad esso in qualsiasi momento. Preferiti e collegamenti vengono prelevati da IE e caricati automaticamente al riavvio successivo alla sua installazione. Durante l’installazione è bene caricare la versione “English for translation”.

    Già  dal 2000 questo browser -a schede- nasconde la pubblicità  esibendo al suo posto la scritta ads. Il link della pubblicità  può tuttavia essere visualizzato spostando il cursore sulla scritta e cliccandoci sopra veniamo direzionati su di essa. Ovviamente nascondendo questo tipo di contenuti la visualizzazione della pagina è più veloce.

    I popup vengono bloccati ma possiamo scegliere per ogni sito quello che vogliamo visualizzare.

    Alcune funzioni di Maxthor:

    Super Drag&Drop: basterà  selezionare una parola nella pagina web e trascinarla leggermente su uno spazio vuoto .. et voilà , avrete appena ricercato il termine su Google o altri motori configurabili a vostra scelta

    Tabbed Browsing: potrete tenere più finestre attive senza appesantire il vostro computer. Con Maxthon si possono tenere aperte fino a 100 pagine web contemporaneamente!

    Assegnare Alias ad una pagina web: possibilità  di assegnare un Alias, un nome alternativo, con il quale poter richiamare facilmente un indirizzo web. Ad es “pippo” anziché http://www.unipr.it/sezionelavoroistituzioni.it

    Ripristino sezione di lavoro: anche dovendo riavviare il pc dopo un blocco, su Maxthon è disponibile l’opzione “Riapertura delle pagine su cui stavi navigando”

    Preferiti a gruppi: Sono una sorta di preferiti veloce. In pratica immaginate che ogni mattina avete l’abitudine di aprire i soliti 4 siti, quello aziendale, il giornale, il meteo e l’oroscopo. Con Maxthon avrete la possibilità  di inserirli tutti in un unico gruppo e aprirli tutti e quattro contemporaneamente.

    Undo-List ( Control-Z) : Maxthon tiene a portata di mano le ultime 20 schede/siti visitati. Se si chiude una finestra per sbaglio con l’apposito la si riapre!

    Flash, video, musica, immagini..: Per chi non vuole fronzoli è possibile in ogni pagina visitata selezionare quello che si desidera caricare.

    Ad-Hunter: blocca automaticamente qualsiasi risorsa pubblicitaria come i banner, i popup ecc.

    Il raccoglitore: E’ un raccoglitore di appunti in cui è possibile trascinare del testo (immaginate se state facendo qualche relazione) o alcuni link che vi serviranno piu avanti. Insomma è tutto quello che generalmente fate col notepad. In pratica è un piccolo foglio in cui si può trascinare del testo selezionato e non bisogna ogni volta nè salvare il documento e nè fare altre operazioni perché Maxthon lo tiene sempre a portata di mano. Nasce come debugger ma ormai viene usato in questo modo.

    Aggiornamenti: il browser si auto-aggiorna

    Feed Reader: Ogni volta che si entra in un sito il browser fornisce, se disponibile, il link per effettuare la sottoscrizione

    Super proxy: può connettersi a proxy server in http, https,socks4, socks4a, socks5 e supporta autenticazione.

    L’installazione della versione classica è più stabile e veloce. Se lo desiderate, potete invece testare la versione beta, graficamente più accattivante, con la sua traduzione in italiano.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Focus su Maxthon, il browser cinese inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. ADAMO ADAMAS... dice:

      PERFETTA LA TUA ESPLICITAZIONE SU MAXTON…CHE ANCH.IO HO AFFIANCATO A CHROME ED .I-E. SU W.8.1, MI TROVO MOLTO BENE MA DUE LACUNE CE L.HA ANCHE LUI,SEPPUR NEL COMPLESSO SUPERA TANTISSIMI BROWSER… : CARENZE : NON PUOI SCARICARE NE CONVERTIRE VIDEO DA YOUTUBE..NONOSTANTE ABBIA INSYTALLATO DAL SUO CENTER..I 2 PLUGIN…NON RIESCO A TROVARE ,NE’ INSTALLARE PLUGIN DI FACEBOOK TRANSLATOR,,,AOOUNTO PER FACEBOOK GIA NATIVO SU MAXTHON,LE SARO’ GRATO DI RICEVERE SUGGERIMENTI, DRITTE E STORTE, PURCHE POSSA RISOLVERE IL PROBLEMA.VICEVRSA LO DISINSTALLO E CONTINUO CON GOOGLE….CORDIALMENTE PROF.DR. ADAMO ADAMAS…

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *