• Microsoft Office vs OpenOffice vs GoogleDocs

    Nel blog sono stati presentati tutti e tre i programmi. Ma come possiamo capire quale sia il migliore per la nostra produttività? Ovviamente la prima domanda da porsi è l’utilizzo finale che avranno i nostri lavori.

    Per lavori professionali, ben curati e coinvolgenti credo proprio che ci si debba orientare sulla soluzione di Microsoft, che consente con le sue applicazioni di raggiungere degli alti standard qualitativi (a patto di sapere utilizzare bene i programmi).

    Molte funzioni non sono disponibili sulle altre suite, così come gli effetti grafici che ad esempio in una presentazione dovrebbero animarla e renderla meno piatta; di contro ha un prezzo, che per talune versioni è molto elevato.

    Per un uso casalingo OpenOffice è la soluzione ideale: non costa nulla (se non il tempo per scaricarlo), è semplice da utilizzare, può essere usato su sistemi senza grandi risorse hardware, ma per contro il dizionario ed il thesaurus vanno installati a parte e alcune funzionalità richiedono Java (il che rallenta il PC).

    GoogleDocs è invece l’ideale per chi viaggia molto e non ha il PC sempre con sé e si appoggia agli Internet Point. Infatti, è possibile salvare i documenti creati direttamente sul web, così come i documenti vengono creati direttamente sul web, senza il bisogno di installare altri software. Di contro ci sono alcune limitazioni, come la mancanza di un correttore ortografico, o di effetti di transizione nelle diapositive o di formule avanzate (il foglio di calcolo ha solo le funzioni basilari).

    Non è possibile quindi dare la palma di vincitore ad un solo pacchetto: ognuno di essi ha funzionalità specifiche che possono fare comodo a diverse categorie, ma dipende, come già detto, dall’uso finale che se ne vuole fare.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Microsoft Office vs OpenOffice vs GoogleDocs inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. diego dice:

      googledocs non serve praticamente a nulla. E’ talmente tanto limitato che non si può eseguire alcuna operazione. OpenOffice non è compatibile in alcuni casi (ad esempio se crei un db in access le maschere automatiche non te le apre e così via). Office costa ma almeno dà tanto. Poi lo si deve saper usare…

    2. kirk dice:

      MS office è il + avanzato. Da tre anni, ormai, uso solo open office. Il modulo per gestire un DB direi che mostra quasi subito tutti limiti, il resto dei moduli, Writer, calc etc fanno il loro dovere anche se alcune volte sono un pò instabili; tutto sommato sono supportabili anche per un uso avanzato/profesionale

      Per quanta riguarda la velocità MS Office si carica e risponde (in alcuni casi di heavy load) molto più velocemente di Open Office

    3. Saverio Lipari dice:

      Ms Office avrà senza dubbio molti difetti, come i vari bug che lo affliggono o il prezzo, ma di sicuro è il più semplice da usare. Anche la veste grafica gioca un ruolo importante: la disposizione degli elementi e la facilità con la quale li si trova è un elemento che pesa molto nella valutazione di un software. Pensate se per trovare una determinata funzione dovessimo girare per venti minuti nei vari menu per arrenderci alla fine a doverci rivolgere alla guida. Office ha una GUI estremamente semplice e organizzata, il che fa si che OpenOffice (tralasciando GoogleDocs, troppo semplice) sia molto indietro (senza dimenticarci che Office lo si paga mentre OpenOffice no).

    4. enri dice:

      Open office ha dei problemi di compatibilità colossali. I ile doc e ppt sono tutti impaginati da schifo e cambia come vuole anche le parole. Inoltre è molto lento e si blocca spessissimo. Io non lo consiglio per niente…TENETEVI MS OFFICE!!!

    5. Frank dice:

      Non sono per niente d’accordo sulla inferiorità di OpenOffice rispetto a MSOffice. I commenti qui sopra avevano come riferimento la suite 2 di OpenOffiice e non certo la 3 uscita da qualche mese e molto più veloce e stabile della precedente.
      OpenOffice 3 non ha niente da invidiare a Microsoft ed è sicuramente più stabile e veloce. Le funzioni sono praticamente uguali. Inoltre Open Office va su tutti i sistemi operativi più diffusi e salva (sia in doc che) in un formato non proprietario che è stato ritenuto lo standard dagli istituiti ISO.
      Non c’è alcun motivo per comperare Microsoft Office.
      Provate Open Office; non costa nulla; se vi piace lo tenete, sennò andate a comperare MS Office. viceversa non lo potete fare :-)

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *