• Antitrust: denunce anonime dai privati

    commissione europea

    Un privato cittadino può contribuire in forma anonima alla lotta contro cartelli e pratiche anti-concorrenziali (accordi su prezzi e offerte nelle gare d’appalto, mancata immissione di prodotti sul mercato o esclusione indebita di concorrenti).

    Lo strumento della Commissione Europea offre ai cittadini – che sono a conoscenza dell’esistenza o del funzionamento di un cartello o di altre violazioni delle norme antitrust- l’opportunità di effettuare una denuncia anonima.

    Il nuovo sistema aumenta la probabilità di smascherare le imprese responsabili e, pertanto, costituisce un deterrente all’esistenza di cartelli o altri comportamenti illegali.

    In tal senso, completa e rafforza l’efficacia del programma di trattamento favorevole della Commissione: le imprese possono infatti auto-denunciare la propria partecipazione a un cartello in cambio di una riduzione di ammenda.

    Il nuovo strumento protegge l’anonimato degli informatori tramite un sistema di messaggistica criptata, per comunicazioni a due vie. È gestito da un fornitore esterno che, agendo da intermediario, si limita a inoltrare il contenuto dei messaggi ricevuti senza trasmettere i metadati.

     

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Antitrust: denunce anonime dai privati inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. luigi dice:

      Ho fatto molti mesi fa una denunzia all’anti corruzione avverso una richiesta non evasa dalla capitaneria per la L. 241 di conoscere circa le concessione nei porti nella zona dove abito . Non mi hanno pensato proprio. E allora che pensare ..altri soldi spesi al vento , un altro carrozzone.

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *