• Rapid7 mette le mani su Metasploit

    Il progetto open source Metasploit è stato acquisito dalla società statunitense Rapid7 per una cifra indefinita, ma che secondo alcune stime dovrebbe attestarsi attorno ai 7 milioni di dollari. Metasploit verrà integrato nella prossima versione della suite per la sicurezza NexPose di Rapid7.

    HD Moore, l’ormai ex capo di Metasploit ha assunto all’interno di Rapid7 il ruolo di Chief Security Officer, trasformando in un lavoro “vero” quello che per sei anni è stato solo un hobby. Simile destino anche per “Egypt”, altro sviluppatore storico di Metasploit che diventa a tutti gli effetti un dipendente Rapid7.

    Come su ogni acquisizione che si rispetti nel settore FOSS, su quella di Metasploit incombe l’interrogativo: resterà open source? A rispondere a questa domanda ci pensa Rapid7 stessa dal blog aziendale, rassicurando la comunità che HD Moore e il resto della squadra di sviluppo continuerà a lavorare al progetto, e che questo resterà open source e aperto ai contributi della comunità.

    Almeno sulla base di queste premesse non dobbiamo aspettarci altro che miglioramenti per Metasploit. Come spesso accade, quando un progetto open source assume un’identità commerciale questo implica uno sviluppo più veloce e organico e degli aggiornamenti regolari.

    Se vuoi aggiornamenti su Rapid7 mette le mani su Metasploit inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. BigF dice:

      Cavolo è accaduto… Ci stavo pensando proprio qualche giorno fa…
      Speriamo sia vero quello che dice la società acquirente.

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *