• Contro lo spam sanzioni più severe

    internet_spam.jpg

    La Commissione Europea ha condotto un’indagine sul fenomeno dello spam in Europa, scoprendo che non tutti i Paesi europei adottano gli stessi provvedimenti per combattere il problema, che secondo gli ultimi sondaggi sembra coinvolgere il 65% degli Europei e il 64% degli Italiani. I casi esaminati sono stati 140 in 22 Stati.

    In particolare la Spagna si è rivelata il Paese con più procedimenti giudiziari avviati contro i responsabili dello spamming. A seguire in questo senso si collocano la Slovacchia e la Romania. In particolare invece l’Olanda è lo Stato che ha applicato sanzioni pecuniarie più elevate per i responsabili del fenomeno.

    Alla luce di questi risultati, la Commissione Europea ha invitato i singoli governi ad applicare in maniera più rigorosa le norme che vigono nell’Unione Europea e a mettere in atto sanzioni più severe, che sono necessarie per combattere il problema dello spam.

    Secondo le autorità europee occorre portare avanti un processo di collaborazione, per costruire un efficace piano d’intervento, che possa contare su un apporto a livello internazionale. In questo modo si potrà cercare di combattere in maniera valida un fenomeno, che può mettere seriamente in pericolo la riservatezza degli utenti della rete.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Contro lo spam sanzioni più severe inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *