• TIM e Vodafone avviano test pubblici su reti LTE

    lte tim e vodafoneL’LTE in Italia è in dirittura d’arrivo: i principali gestori italiani hanno infatti annunciato il via alla nuova rete mobile per fine 2012. Non stupisce quindi l’annuncio di TIM e Vodafone, che hanno dato il via a test pubblici della nuova loro rete mobile.

    Ricordiamo che l’LTE permetterà  di raggiungere velocità  sino a 100Mbit e offrire dunque in mobilità  tutta una serie di servizi e possibilità  sino ad oggi esclusiva delle reti classiche su tecnologia Adsl o fibra ottica.

    Benefici per tutti, sia per gli utenti normali che per i professionisti che potranno contare su una rete mobile molto più rapida ed efficiente. Inoltre l’LTE servirà  anche per eliminare il problema del digital divide in Italia portando con facilità  la banda larga mobile anche laddove oggi una connessione veloce è una pura chimera.

    TIM ha annunciato che dal 16 febbraio sino al 22 febbraio avvierà  test pubblici sulla connettività  LTE a Torino e precisamente presso il punto vendita TIM di Via Lagrange 20. Li verranno consegnate delle chiavette internet compatibili con lo standard LTE, già  configurate per funzionare sulla rete del gestore e chiunque potrà  dunque provare le nuove potenzialità  della rete mobile di nuova generazione.

    Vodafone ha invece scelto gli stadi di calcio per avviare i suoi test sull’LTE. A partire da marzo e precisamente dallo stadio di Torino e poi via via in molti altri importanti stadi italiani, Vodafone installerà  una rete mobile LTE in grado di offrire connessioni sino a 100Mbit in download e sino a 50Mbit in upload. I test non saranno però aperti a tutti, ma vi parteciperà  un gruppo scelto di persone selezionate da Vodafone stessa.

    Se vuoi aggiornamenti su TIM e Vodafone avviano test pubblici su reti LTE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *