• Bonus arredi, la guida dell’Agenzia su YouTube

    Un video Pubblicato dall’Agenzia delle Entrate sul proprio canale YouTube spiega come usufruire del Bonus arredi, ovvero delle agevolazioni concesse in caso di acquisto di mobili e grandi elettrodomestici nell’ambito di una ristrutturazione edilizia. Un video interamente auto-prodotto dall’Agenzia delle Entrate a costo zero.

    Bonus arredi
    La detrazione, che ammonta al 50% dell’importo speso per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+, o A per i forni, tra il 6 giugno ed il 31 dicembre 2013, viene ripartita in 10 anni. La soglia massima sulla quale è possibile richiedere l’agevolazione è di 10 mila euro. Rientrano nell’agevolazione anche le spese di montaggio e trasporto.
    Requisiti
    Il requisito fondamentale per poter usufruire del bonus è di associare l’acquisto ad un interventi di ristrutturazione immobiliare, sulla singola abitazione o su parti comuni di edifici residenziali. Nel caso di lavori condominiali la detrazione spetta per l´eventuale arredo delle parti comuni. Le spese per i lavori edilizi che danno diritto all´agevolazione sull´acquisto di mobili ed elettrodomestici sono quelle sostenute a partire dal 26 giugno 2012. In generale è necessario che i lavori di ristrutturazione siano iniziati prima dell’acquisto degli arredi, ma non è necessario che siano già  stati pagati.
    Documentazione
    L’effettiva data in cui sono statti avviati i lavori di ristrutturazione può essere attestata da eventuali abilitazioni amministrative o dalla comunicazione preventiva all´Asl, o in caso di interventi che non necessitano di comunicazioni o titoli abilitativi da una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà .
    Pagamento
    Il pagamento dei mobili e dei grandi elettrodomestici, nonché delle eventuali spese di montaggio e trasporto, deve avvenire necessariamente tramite bonifici bancari o postali oppure con carta di credito o bancomat. In caso di bonifico è necessario indicare:

    • la causale del versamento;
    • il codice fiscale del beneficiario della detrazione;
    • il numero di partita IVA o codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato.
    • Per ulteriori informazioni è possibile consultare la mini guida “bonus mobili ed elettrodomestici” presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate nella sezione “guide fiscali”.

    Se vuoi aggiornamenti su Bonus arredi, la guida dell’Agenzia su YouTube inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. Foresti B. dice:

      Non è chiaro se per l’acqisto dei mobili che ha i requisiti ti usufruire del bonus di 10000€ si abbia la possibilità  dell’IVA al
      10%

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *