• Usare Internet e Firefox come una suite d’ufficio online

    logofirefox.png

    Cosa serve in definitiva a una Office Suite funzionale? Un editor di testi, un foglio di calcolo, un client di posta elettronica, una utility per il photo-editing, un software per le presentazioni, un organizer per gestire le attività, un blocco appunti e un programma per realizzare database. Io aggiungerei anche un browser e un supporto alle lingue, che di certo non guastano.

    Per avere tutto questo si può ricorrere a una combinazione di software: Microsoft Office o OpenOffice.org supportato da Eudora o Thunderbird, con Internet Explorer o Flock o Firefox. Il tutto rigorosamente stand-alone, perché installato sulla propria macchina.

    L’alternativa è personalizzare Mozilla Firefox in modo che si acceda velocemente a Web service che consentano di utilizzare editor, spreadsheet, DB, posta elettronica e altro direttamente via Internet, senza dover installare altro che Firefox e le opportune estensioni che non si lesinano.

    Ecco dunque alcuni consigli per organizzare Firefox come una ordinata scrivania d’ufficio, con annessa suite per lo svolgimento dei task quotidiani e ovviamente per la navigazione sul Web.

    Per prima cosa, organizziamo i segnalibri più importanti sulla “Barra di navigazione”: clicchiamo su di essa con il tasto destro del mouse e aggiungiamo innanzitutto una “Nuova cartella”, che possiamo chiamare Office, che raccolga tutti i segnalibri deputati a questa funzione.

    Poi a seguire aggiungiamo i link a: Google Docs, Microsoft Office Live Workspace, Gmail, Zoho (che dispone di un DB), MSN Web Messenger e, aggiungerei: un link a Box.net per avere un hard disk virtuale su cui salvare i documenti e disporne online e uno a Phixr per l’editing di immagini.

    Passiamo ora agli add-on di Firefox che non possono mancare: BBCodeXtra, di cui avremo modo di parlare, per inserire tag HTML, BBCode e XHTML, il Dizionario Italiano, il Google Blocco Note, il JumpKnowledge Webpage Annotator, il Notefish (a portata di click destro del mouse), il Session Manager per organizzare le sessioni di navigazione, salvarle e ripristinarle all’occorrenza e il Simple Mail, per inviare email con il tasto destro del mouse.

    Ultima fase dell’organizzazione è la gestione dell’iGoogle, che impostiamo come pagina iniziale di Firefox. Da “Aggiungi elementi”, inseriamo almeno i gadget di LabPixies, che oltre a un tocco di colore, sono anche molto utili; il vocabolario multilingue WordReference.com o Babylon; l’elenco attività; il gadget di GTalk; Orologio e calendario, il Google Calendar per non dimenticare gli appuntamenti; le Pagine Bianche (una guida telefonica a portata di mano); Orario dei treni (al quale il manager scrupoloso può aggiungere il Calendario degli scioperi) e infine la radio online per le pause caffè.

    Se ho dimenticato qualche link o estensione importante, segnalateli per incrementare la conoscenza che si ha di Firefox, uno strumento che è diventato molto più di un semplice browser e delle possibilità offerte dal Web.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Usare Internet e Firefox come una suite d’ufficio online inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. david dice:

      Volevo davvero complimentarmi per il lavoro stupendo che realizzate ad ogni uscita!
      Grazie e continuate così.

    2. Agnese Bascià dice:

      Grazie mille, non capita spesso di trovare utenti disposti ad un piccolo, ma significativo complimento! :)
      Spesso si dà per scontato che chi scrive post non abbia bisogno di ricevere feedback positivi, ma chiaramente non è così.
      Perciò ancora grazie

    3. sybillinux dice:

      anche l’acido syb ringrazia sinceramente! :-)

      in effetti Simple Mail è davvero un’ottima cosa perché semplicemente copiando la directory del profilo (che normalmente è unico, ma si può anche differenziare, essendo rimasto il codice dalla vecchia gestione utenti di netscape, senza password), si ottiene di fatto anche il backup completo della posta

      inoltre Customize Google permette di forzare tutte le connessioni ai servizi della “piccola g” (il nuovo logo nella favicon) sul protocollo sicuro https (non mi risulta che vi sia un tale supporto per altri provider di web-office, mail, reader, bookmarks…
      permette molte altre cose

      infine per la questione database vorrei segnalare sqlite manager, che permette di avere un vero db sql oriented, con molte comode funzioni, il tutto sempre salvato nel profilo di firefox

      non mi dilungo, ma se vi fa piacere sarei lieto di raccontare le altre mie estensioni preferite!

      anzi, credo che questa sia una bellissima pagina per raccogliere le testimonianze e i suggerimenti sulle estensioni consigliate, una specie di p2p dei consigli

      nota: per installare molte estensioni su firefox 3, che sono tutte funzionanti anche se dichiarate incompatibili, bisogna trigare un po’
      anche in questo caso se fa piacere posso postare due righe

      cordiali saluti a tutti,

      syb

    4. Agnese Bascià dice:

      Caro amico, sono felice di aver suscitato interesse per questa sorta di web apps, che possono fornire valide alternative alle solite suite da ufficio (nei limiti delle esigenze di ognuno di noi).
      Credo sia molto utile per tutti conoscere le esperienze personali con queste estensioni, quindi anche le tue saranno sicuramente apprezzate.
      Per quanto riguarda l’installazione di estensioni per Firefox 3, avevo sollevato il problema (e dato una soluzione specifica per il caso) in un altro post:
      http://www.oneitoffice.it/06/06/2008/settare-firefox-per-lestensione-clip-to-onenote/
      Se hai altre soluzioni per specifiche estensioni che soffrono delle medesime problematiche, non esitare a postarle: la community è il punto di forza della conoscenza in Internet.
      Grazie per l’apprezzamento e per la disponibilità
      Saluti

    5. sybillinux dice:

      Ciao Agnese!

      grazie mille,

      scusami se non avevo notato il tuo precedente articolo sull’abilitazione dell’estensione “Clip to OneNote”, che ho trovato interessante perché non avevo mai pensato ad abilitare un’estensione specifica, cosa che potrebbe essere molto utile

      tu accenni a soluzioni specifiche per situazioni simili

      io ho trovato non so più dove (credo sui forum ufficiali di ubuntu) una “soluzione” del tutto aspecifica e generale, anzi direi un po’ di “forza bruta”

      analogamente a quanto spieghi tu nel tuo intervento (ricopio per comodità di chi legge):

      1 – about:config nella barra indirizzi –> invio –> promettere di stare attenti :-)
      2 – click destro dentro l’elenco dei parametri –> new –> boolean
      3 – inserire come nome del nuovo parametro: extensions.chekCompatibility –> invio –> valore: false

      questo toglie il controllo dell’attivazione di tutte le estensioni/add-ons dalle mani di firefox
      l’incompatibilità in realtà viene rilevata e segnalata (anche con un warning), ma il controllo non ha più nessun effetto (esattamente come avviene per “Clip to OneNote”)

      cosa succede?
      nelle mie prove (su un centinaio di estensioni) l’unica che non funziona è visual bookmarks perché tenta di accedere a un file che in firefox 3 o non c’è più o è collocato altrove, e dictionary switcher (però decisamente superata da quick locale switcher)

      si “rompe” qualcosa?
      direi di no! :-) anzi, smettono di rompersi le scatole per il fatto di essere derubati delle estensioni storiche e preferite

      è sufficiente?
      no
      perché il sito delle estensioni “si accorge” se siamo “autorizzati” a usare una determinata estensione e disattiva persino il link

      se ci si trova su linux questo può essere un problema, che si bypassa con konqueror, oppure (per chi vuole lasciare gnome “pulito”) con una cosina più raffinata

      –> all’indirizzo https://addons.mozilla.org/en-US/firefox/addon/59 c’è “user agent switcher”
      una volta installato è possibile portare il suo pulsante su una delle barre degli strumenti, e “fare il camuffo”: scegliendo di “essere” internet explorer fireox e il suo sito finalmente si arrendono, e si può scaricare, installare e provare qualunque estensione!

      come ripeto, non mi ha mai creato problemi, crash o altro (specialmente in firefox 3.0 rc1, che è anche molto ma molto più veloce con le applicazioni ajax pesanti come gmail & c.

      bene, ero un po’ di fretta…

      chiedo scusa, ma per un piccolo elenco sulle estensioni più utili tornerò presto!

      ciao

      syb

    6. Agnese Bascià dice:

      Grazie syb, proverò volentieri i tuoi escamotage e a proposito di add-on, arriveranno presto dei post su Opera, giusto per vedere qualche alternativa a Firefox in fatto di editor ed altro.
      A presto

    7. sybillinux dice:

      ps: errata corrige

      extensions.chekCompatibility è sbagliato

      extensions.checkCompatibility

    8. sybillinux dice:

      ESTENSIONI PER LA SICUREZZA

      cosa c’entra?

      direi che la prima cosa che guardate in un ufficio, inconsciamente, è se l’ambiente è sicuro

      vi fidate del vostro ufficio?

      se si tratta di quello di 4 mura (molti dimenticano i meriti del pavimento e del soffitto), non posso esprimermi

      ma se si tratta del vostro ufficio virtuale la regola è rispondere:

      no

      se seguirete questo breve mini-how-to… è probabile che diventerete presto più realisti del re

      quindi…

      PEDALE DEL FRENO

      salireste su un’automobile senza freni?

      allora prima di aver finito di leggere affrettatevi a…

      1) fare un rapido giro nei siti che avete visitato di recente, e controllate di non aver dimenticato di salvare qualche segnalibro… al ché rimediate subito

      2) premere ctrl+shift+canc –> selezionare tutte le voci e non pensarci neanche un attimo: cancellare

      3) installare piuttosto e anzichenò:

      - noscript

      per patrio orgoglio, comincio con un estensione italiana, di un tizio con un curriculum piuttosto impressionante:

      vedrete quanta gente cerca di far fare qualcosa al vostro computer senza chiedervi il permesso (è un po’ come lo shock di molti cybernauti alla prima installazione di zonealarm)

      andate nelle opzioni e inasprite il più possibile tutte le restrizioni offerte

      potrete considerarla una cosa noiosa, ma vedrete che presto apprezzerete tutto ciò…

      per la serie: l’occhio non vede, il cuor non duole…

      adesso l’occhio vede

      - cs lite

      i cookie sono comodi… per chi vi fornisce il sito!

      se ben usati dai programmatori possono contribuire ad aumentare la sicurezza

      ma la realtà non è sempre questa

      anche non considerando quelli che salvavano le vostre password in chiaro nei file di testo del browser…

      ci sono problemi molto più complessi

      una delle cose più pericolose è la possibilità per un sito di controllare la vostra navigazione

      tecnicamente non è brevissimo da spiegare, ma l’idea sarebbe questa: un sito può accedere ai cookie anche quando non siete veramente su quel sito…

      …quindi può conoscere delle cose che proprio non credo che gli raccontereste mai, se solo poteste scegliere…

      dimenticavo: potete scegliere

      quindi, visto che non potete farlo altrove, fatelo qui

      la regola è la stessa: inasprite, inasprite, inasprite, e poi inasprite ancora un po’… non sarà comunque sufficiente

      infatti passiamo oltre…

      - safecache

      …&…

      - safehistory

      vi fidate dell’università di stanford?

      io, costretto a scegliere, preferisco lei di tanti altri

      quindi installate e… inasprite! (senza pietà)

      attenzione: queste estensioni impediranno d’ora in avanti a chiunque di capire cosa state facendo… anche a voi

      quindi quando trovate qualcosa d’interessante… salvate il segnalibro!

      da adesso in avanti avrete solo più questo mezzo di teletrasporto (e presto vi sentirete molto meglio…)

      - customizegoogle

      che bisogno c’è di “personalizzare google”? non lo fa già google per noi?

      troppo

      se con noscript vi accorgerete presto che google è il più insidioso ficcanaso del mondo: se non lo fermate, presto google saprà tutto…

      (o quasi… nessuno parlerà delle vostre abitudini “non informatiche”, se non lo farete voi)

      …e scoprirete che i programmatori (anche quelli con i blog che inneggiano alla libertà, la privacy, la sicurezza…) oggi si affidano spudoratamente a google per fare quello che potrebbero fare molto meglio scaricandosi il log del server, e usando il foglio di calcolo di openoffice (nella peggiore delle ipotesi)…

      …questo vuol dire che dicono a google delle cose che riguardano solo voi: non tocca a voi scegliere?

      allora con customizegoogle scoprirete che la piccola g cerca in tutti i modi di ficcarvi della pubblicità, ma soprattutto di sapere cosa state facendo…

      …nella speranza che questa estensione funzioni davvero, impediteglielo (o almeno provateci)

      ma c’è di più: paradossalmente google, come ogni buon papà, vi protegge anche: tutti i suoi servizi possono essere fruiti tramite ssl (https per capirci), perché non farlo?

      e ricordatevi di aggiornare il vostro linux se è basato su debian…

      esplorando a fondo scoprirete molte cose su google, e alcune non vi piaceranno per niente

      avete dubbi?

      inasprite!

      - better gmail

      questo è un po’ un corollario per chi usa gmail (come me, è comodo, ma sinceramente non sono sicuro che sia la cosa migliore del mondo, ammesso che esista)

      permette alcuni affinamenti del discorso precedente (e anche l’attivazione di alcune cosine comode)

      . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

      la prossima puntata (non so quando)…

      LE CINTURE DI SICUREZZA

    9. Agnese Bascià dice:

      Ciao Syb, a proposito di Gmail, ci sarebbe anche Fuser (https://www.fuser.com) dall’interfaccia grafica molto più accattivamente di Gmail. Tuttavia, la versione precedente a quella attuale, che ho avuto modo di usare, era particolarmente lenta, la nuova francamente non l’ho ancora testata. Stessa considerazione per JUMP2MAIL (http://www.jump2mail.com/en/index.php)
      Conosci altri web mailer come GMail?

    10. sybillinux dice:

      ciao Agnese,

      mi dispiace, non conosco servizi di mail equivalenti

      ho provato a visitare i due servizi che mi indichi

      jump2mail al momento della registrazione mi dà un certificato errato e firefox mi chiede di aggiungere un eccezione per certificato scaduto

      inoltre da quanto ho capito entrambi i servizi offrono di centralizzare le proprie informazioni in mano alla loro gestione

      io seguo proprio il principio opposto, creare diversi account e frammentare le informazioni che mi riguardano, perché è proprio il loro collegamento che crea problemi

      quindi se proprio dovessi consigliare un servizio mail diverso e interessante, proporrei hushmail
      lo spazio disco per l’account free è sicuramente insufficiente (2 mb se non ricordo male), ma può andare molto bene per alcune cose, offrendo delle caratteristiche di sicurezza molto particolari, che non ritrovo in altri
      esistono poi delle versioni a pagamento (prezzi ragionevoli se confrontati con altri servizi più noti) con maggior spazio e caratteristiche aggiuntive

      per finire, vorrei dire che pur usando gmail, in effetti fornisco troppi dati alla stesso soggetto (anche se cerco di difendermi dal tracciamento degli indirizzi che visito, per esempio disabilitando la webhistory)
      infatti uso i google docs, le google apps, youtube, il reader online…

      penso che presto rivedrò tutta questa situazione e cercherò una soluzione più sicura

      ciao,

      grazie mille

      syb

      ps: mi dispiace che questo articolo non veda l’intervento di un maggior numero di persone, mi sembra in generale un argomento molto interessante, e sul quale, come ho appena fatto notare, avrei moltissimo da imparare

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *