• Come rottomare il PC: le indicazione del Garante della Privacy

    Ci si preoccupa sempre, anche se mai con la dovuta attenzione e precauzione, di preservare i nostri dati da accessi non autorizzati: anche noi, tramite i nostri articoli, cerchiamo sempre di dare qualche consiglio, in particolare ai meno esperti, di affidarsi a password sicure, di crittografare i propri dati, di proteggere la propria rete wireless.

    Ma quanti si preoccupano dei propri dati quando si vende il proprio computer o il cellulare? I dati personali presenti sono numerosi e diventa ancora più critico il problema quando si decide di buttare via l’hardware.

    Il tema interessa naturalmente anche il Garante per la Protezione dei dati personali, che nei giorni scorsi ha redatto un comunicato in cui vengono dati alcuni semplici consigli su come comportarsi nel caso di rottamazione del PC. Le indicazioni del Garante sono sicuramente superficiali (ad esempio, non vengono menzionati software per svolgere le operazioni richieste) ma è comunque un buon punto di partenza e una guida di riferimento per i meno esperti.

    Misure tecniche preventive

    È bene proteggere i file usando una password di cifratura, oppure memorizzare i dati su hard disk o su altri supporti magnetici usando sistemi di cifratura automatica al momento della scrittura.

    Misure tecniche di cancellazione sicura

    La cancellazione sicura delle informazioni su disco fisso o su altri supporti magnetici è ottenibile con programmi informatici di “riscrittura” che provvedono – una volta che l’utente abbia eliminato dei file dall’unità disco con i normali strumenti previsti dai sistemi operativi (ad es., con l’uso del “cestino” o con comandi di cancellazione) – a scrivere ripetutamente nelle aree vuote del disco. Si possono anche utilizzare sistemi di formattazione a basso livello degli hard disk o di “demagnetizzazione”, in grado di garantire la cancellazione rapida delle informazioni.

    Smaltimento di rifiuti elettrici ed elettronici

    Per la distruzione degli hard disk e di supporti magnetici non riscrivibili, come CD rom e DVD, è consigliabile l’utilizzo di sistemi di punzonatura o deformazione meccanica o di demagnetizzazione ad alta intensità o di vera e propria distruzione fisica.

    Voi cosa ne pensate dei suggerimenti dati dal Garante?

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Come rottomare il PC: le indicazione del Garante della Privacy inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. fabio dice:

      è già qualcosa se ne parli ma siamo ancora distanti

    2. pietro dice:

      “È bene proteggere i file usando una password di cifratura, oppure memorizzare i dati su hard disk o su altri supporti magnetici usando sistemi di cifratura automatica al momento della scrittura”.
      Se si deve procedere a rottamazione mi sembra un’operazione esagerata. Piuttosto potrebbe essere un buon consiglio se si devono storare dati sensibili quando la macchina è in uso e non decidiamo di disfarcene. Anche se in effetti si parla di misure preventive e forse il riferimento è generico e non afferente al momento della rottamazione in se.

      la distruzione fisica a mio parere non è necessaria. se si è proceduto a smagnetizzare o rendere illeggibili i dati basta e avanza, o mi sbaglio? un degausser non dovrebbe permettere nessuna possibilità di lettura una volta utilizzato su un HD. anche con una formattazione di tipo Gutmann non credo che vi sia la possibilità di recuperare nulla.

      Credo comunque che la cosa più importante sia invece convincere tutti noi che quello che assolutamente non si deve fare, è smaltire qualsiasi tipo di hardware buttandolo nei cassonetti o peggio nell’ambiente:)

      la formattazione ad un livello profondo è sicuramente un ottimo consiglio.

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *