• iPhone 4G gratis? Attenti allo spam su Twitter

    free-iphone-4g.jpg

    Come spesso capita in Internet, quando un argomento o un nuovo prodotto in fase di lancio desta un certo interesse, vi è il rischio che esso diventi, ovviamente in maniera impropria e indiretta, uno strumento utile per spammer e per quanti sono sempre alla ricerca di preziosi dati personali.

    L’ultimo caso riguarda l’iPhone 4G, ovvero la nuova generazione del telefono di Apple, che non è nemmeno stato presentato ufficialmente ma che è stato utilizzato da alcuni cybercriminali per provare a raggirare alcuni utenti al fine di carpire i loro dati sensibili.

    Un ricercatore della divisione australiana di SophosLabs ha infatti notato la diffusione di messaggi di spam in cui si offre agli utenti la possibilità di ricevere gratis il nuovo iPhone 4G, usando più o meno lo stesso trucco notato in questo periodo su Twitter, dove sono stati osservati diversi account fasulli recanti immagini di belle ragazze tramite cui vengono pubblicati dei tweet che promettono vincite di iPhone 4G o, in certi casi, di un iPod.

    I tweet in questione contengono un link che porta ad una pagina appositamente preparata al fine di presentare un form di registrazione: è qui che l’utente è invitato a lasciare i propri dati in modo da partecipare al fantomatico concorso per vincere uno dei premi sopra menzionati.

    Questo trucchetto è ben conosciuto a dire il vero, ma sembra continuare a funzionare facendo cadere nel tranello un buon numero di utenti poco accorti, i quali, ovviamente spinti dalla proposta di poter ricevere gratis dei gadget spesso desiderati, dimenticano sovente di verificare con attenzione a chi stanno cedendo il proprio indirizzo email, i propri nome e cognome, indirizzo di residenza e quant’altro.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su iPhone 4G gratis? Attenti allo spam su Twitter inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *