• Microsoft: troppi in Italia non hanno un antivirus

    antivirus

    L’utente che non ha installato sul proprio PC un software antivirus ha una maggiore probabilità, pari a 5.5 volte, di far infettare il proprio computer da malware o altre minacce. È Microsoft a renderlo noto attraverso il nuovo report Security Intelligence Report volume 14 (SIRv14), presentato oggi dall’azienda di Redmond.

    => Scopri i falsi antivirus secondo Google

    Si apprende che due computer e mezzo su dieci non dispongono di una adeguata protezione ai malware: gli antivirus rappresentano infatti l’arma più efficace volta a contrastare tale minaccia e a salvaguardare la privacy degli utenti. “Le persone capiscono intuitivamente l’importanza di chiudere a chiave la porta di casa per impedire eventuali intrusioni. La sicurezza dei computer non è diversa. Navigare in Internet senza disporre di un antivirus aggiornato equivale a lasciare la porta di ingresso aperta ai criminali” ha dichiarato Tim Rains, direttore del Trustworthy Computing Group di Microsoft. “Con la pubblicazione di questa ricerca, Microsoft vuole richiamare l’attenzione degli utenti sull’importanza di avere un antivirus aggiornato installato nei propri sistemi”.

    Di seguito qualche consiglio utile a proteggersi dalle minacce più diffuse attualmente: pensate prima di cliccare su un link, sopratutto se proveniente da una fonte non sicura, se condiviso via email sia con che senza allegato. Attenzione agli sconti e alle offerte proposte online: gli utenti che solitamente cercano le promozioni sul Web sono più soggetti al rischio di imbattersi in una minaccia informatica.

    Nel secondo trimestre del 2012, in Italia la percentuale di computer non protetti da antivirus è stata di circa il 21%: ciò significa che più di un PC su cinque è maggiormente a rischio. Non sottovalutare dunque l’importanza di tale software e provvedere a installarne uno al più presto.

    => Leggi il confronto tra i migliori antivirus

    Attenzione infine a quegli utenti che sul proprio PC eseguono ancora Windows XP, perché a breve non verranno più rilasciati aggiornamenti di sicurezza e Microsoft non offrirà più alcun supporto tecnico:

    Microsoft ha lanciato Windows XP nel 2001 ed è stato un grande successo, perché ha aiutato gli utenti in ambito consumer e business a diventare più produttivi. L’evoluzione tecnologica degli ultimi dodici anni ha portato però a un profondo cambiamento del mercato, dei dispositivi disponibili, delle esigenze e delle aspettative degli utenti. Le aziende moderne necessitano di crescente protezione dei propri dati e garanzie di sicurezza, compliance e facilità di gestione. I consumatori, allo stesso tempo, cercano una tecnologia capace di rappresentare un nuovo stile di lavoro in mobilità, che li aiuti ad essere produttivi in qualsiasi momento, ovunque ci si trovi e da qualsiasi dispositivo. Il passaggio da Windows XP a una piattaforma più moderna quale Windows 7 e Windows 8 garantisce la sicurezza e l’affidabilità che caratterizzano i sistemi operativi di Microsoft.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Microsoft: troppi in Italia non hanno un antivirus inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *