• Pmi + Social = successo

    La crescita delle PMI è direttamente legata agli investimenti nei Social Media. Lo conferma uno studio curato da LinkedIn in collaborazione con TNS, network internazionale specializzato in ricerche di mercato e consulenza marketing. In base ai dati rilevati, nella maggior parte delle aziende monitorate che hanno incrementato notevolmente il loro business nel 2013 è stato riscontrato un incremento degli investimenti in pubblicità e attività online.

    La spesa sul Web ha dato i suoi frutti in diversi modi. Nel rafforzamento del brand e nello sviluppo di nuovi contatti tramite forme pubblicitarie o nel passa parola sull’azienda.

    Nonostante ciò nel 2014 la spesa si assesterà. Secondo Ad-ology Research infatti, solo 1/4 delle piccole e medie imprese ha programmato un incremento di investimenti sui Social, mentre per il resto le cose rimarranno come nel 2013. I risultati di questa ultima indagine però potrebbero non essere particolarmente indicativi, in quanto le rilevazioni non sono state mirate a far emergere l’orientamento delle aziende che avevano ottenuto successi grazie agli investimenti sull’attività online.

    Se vuoi aggiornamenti su Pmi + Social = successo inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. Julia Cozzi dice:

      I dati ottenuti da questa analisi mi sembrano molto incoraggianti, soprattutto il valore del 90% che ha riconosciuto l’efficienza dei social media nell’incrementare l’awareness del proprio brand.

      I social media offrono molti vantaggi: raggiungere un nuovo pubblico, interagire con i clienti, fornire un servizio più veloce anche di customer care, insomma, sono un valido media, ma ricordiamoci che, come intende il nome stesso, i canali social sono un mezzo, non un punto di arrivo.
      Molte aziende si impegnano nel generare risultati concreti dalla loro attività social senza riuscire a ottenerli. Questo è probabilmente dovuto al fatto che spesso non è prevista una vera e propria strategia a supporto.

      Le aziende e i responsabili delle attività social all’interno di esse, dovrebbero assolutamente ricordare che l’obiettivo non è solo quello di essere bravi sui social media. L’obiettivo resta sempre quello di essere efficienti e capaci nel proprio business grazie al supporto dei social media. Come ha affermato Jay Baer, uno fra i consulenti di marketing più affermati al mondo, “Non è possibile pagare i dipendenti con i follower su Twitter”.

      Julia Cozzi,
      Xerox Spa – Europe Country Marketing Manager – Corporate Marketing & Communications Europe

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *