• Campania, il FEI avvia JEREMIE per supportare Microimprese e Pmi

    mutui_prestiti_finanziamenti1.jpg

    Il Fondo europeo degli investimenti (FEI), in qualità  di fund manager dell´iniziativa JEREMIE per la Regione Campania, ha pubblicato due avvisi di implementazione di strumenti a favore del tessuto imprenditoriale locale.

    I due bandi si rivolgono ad istituti di credito pubblici o privati, singoli o consorziati, che avranno il compito di co-finanziare (nella misura del 50%) gli strumenti di sviluppo predisposti dallo stesso FEI.

    Gli strumenti nell´ambito dei quali sono stati emanati gli avvisi sono due:

    • Strumento di condivisione del rischio per le Piccole e medie imprese (avente una dotazione di 70 milioni di euro), attraverso il quale verranno erogati prestiti fino a 500.000 euro (per ciascuna operazione) aventi una durata massima di 8 anni.
      Particolare attenzione sarà  dedicata alle Pmi operanti in settori innovativi quali, ad esempio, quelle correlati alle tecnologie informatiche, all´Automotive, alle biotecnologie, all´aerospaziale, all´agro-alimentare, al risparmio energetico e alle energie rinnovabili.
    • Strumento di condivisione del rischio per il Microcredito, avente una dotazione di 8,5 milioni di euro). In questo caso, i beneficiari finali saranno le micro imprese, incluse le cooperative sociali di tipo A e di tipo B, che potranno ricevere prestiti fino a 25.000 euro, rimborsabili in 4 anni.

    Nella selezione delle proposte degli intermediari finanziari per lo Strumento di condivisione del rischio per il Microcredito sarà  data priorità  a quelle che prevedono attività  di orientamento, consulenza informativa e tutoraggio a vantaggio delle micro-imprese.

    JEREMIE è l´iniziativa sviluppata dalla Commissione e dal gruppo della Banca europea degli investimenti (BEI) con l´obiettivo di migliorare l´ambiente in cui le imprese si trovano ad operare, attraverso l´incremento di un´offerta finanziaria basata sulle necessità  emerse localmente.

    Essa, in particolare, permette alle autorità  di gestione e programmazione degli Stati membri della UE di trasformare parte delle risorse destinate ai fondi strutturali 2007-2013 – da elargire alle imprese attraverso il tradizionale contributo in conto capitale – in strumenti finanziari erogati in forma di capitale di rischio, prestiti bancari, garanzie o microcredito, mediante un fondo di partecipazione appositamente costituito.

    In tale contesto, il FEI, chiamato dalla Regione a gestire il fondo di partecipazione per implementare JEREMIE sul territorio campano, opera attraverso strumenti aventi l´obiettivo di fornire risorse agli intermediari finanziari locali per supportare le Pmi.

    Ciò avviene condividendo alla pari con essi il rischio di ciascun prestito e coprendo fino al 50% le eventuali perdite derivanti dalla mancata restituzione.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Campania, il FEI avvia JEREMIE per supportare Microimprese e Pmi inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. MASSIMO dice:

      Buonasera, Vi chiedo da chi posso rivorgermi per presentare tale domanda di prestito?

    2. Ermanno Cece dice:

      Ciao Massimo,
      per queste opportunità  occorre attendere che il FEI selezioni gli intermediari finanziari sul territorio della Regione Campania. Saranno poi loro ad attuare gli strumenti.
      Saluti
      Ermanno

    3. Dario dice:

      Salve sono il presidente di un Consorzio fidi campano, posso presentare la domanda per rientrare tra gli intermediari? Se si come?

    4. Sono Sergio Spiniello, Amministratore della CASALE del PRINCIPATO Srl, un’azienda di prodotti da forno, ubicata in provincia di Avellino.
      Ho chiesta alle tre banche, che ho rapporti di lavoro,se si fossero attivate per l’utilizzo dei Fondi Fei.
      Tutte e tre( Campania, Deutsche,Unicredit)
      hanno risposto negativamente.
      Una domanda, noi Aziende,come possiamo accedervi ?
      Cordialmente , Sergio Spiniello.

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *