• Nuovo bug per Windows: vulnerabilità SMB

    Windows

    Un nuovo bug potenzialmente molto pericoloso è stato scoperto su Windows. L’allarme è relativo a una vulnerabilità nel protocollo SMB (Server Message Block) del sistema operativo di Microsoft ed è stato classificato come critico dai ricercatori di Vupen, mentre quelli di Secunia hanno parlato di un rischio moderato.

    Il protocollo SMB è utilizzato in Windows per gestire i servizi di condivisione della stampa e la condivisione di file, mettendo potenzialmente in pericolo tutti i sistemi operativi Windows. Microsoft ha specificato che i soli sistemi operativi vulnerabili sembrano essere Windows XP Service Pack 3 e Windows Server 2003 Service Pack 2, mentre non si hanno informazioni precise riguardo la vulnerabilità o meno degli altri sistemi operativi Windows.

    Oltre a minimizzare il problema, il gruppo di Redmond ha affermato che, soprattutto sui sistemi a 32-bit, non è possibile sfruttare il bug per eseguire del codice pericoloso da remoto e compromettere così la stabilità della macchina e l’integrità dei dati.

    Al colosso americano spetterà comunque l’obbligo di chiarire meglio il problema e di cercare di mettere al riparo gli utenti da questo potenziale pericolo che, pur non essendo forse tale da richiedere priorità, va pur sempre sistemato in tempi ragionevoli.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Nuovo bug per Windows: vulnerabilità SMB inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. MasterPJ dice:

      Peccato che ancora ad oggi XP SP3 e il server 2003 sono le piattaforme microsoft più diffuse.
      E peccato anche che il 99% sia a 32bit. Diciamolo, il 64bit è stato introdotto davvero da Redmond con seven.

    2. Andrea dice:

      @MasterPJ
      aggiungerei che oltre che essere molto diffuso Windows Xp è anche molto usato nelle PmI e nelle pubbliche amministrazioni

    3. Ratamusa dice:

      Bisogna tenere conto di altri due motivi per il rifiuto di seven:
      1:-I driver (affidabili) di qualunque cosa, essenzialmente, sono solo per XP…
      2:-Seven non è stato ancora piratato a sufficienza da rendere economico l’adozione di quel crackware in azienda….

    4. MasterPJ dice:

      @Ratamusa:
      A dire il vero seven è stato crackato e reso addirittura genuino (aggiornamenti possibili) già dalla fase alpha, infatti la RTM è uscita già crackata in rete non ho seguito la vicenda ma anche il famigerato SP1 avrà non i giorni, ma le ore contate.

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *