• Microsoft Update si aggiorna anche se disabilitato

    Come sappiamo esiste la possibilità di indicare al nostro sistema operativo Windows di non aggiornarsi in modo automatico ma di chiederci se istallare o meno questa o quella patch.

    Niente di strano quindi se qualcuno immagina in questo modo di avere il più totale controllo sulle patch istallate.

    Forse non tutti sanno che esistono dei componenti che non sottostanno a questa regole e che quindi possono aggiornarsi anche nel caso in cui l’auto-istallazione viene disabilitata. È il caso del tool Windows Update che può, in modo automatico, istallare le proprie patch o versioni successiva sulla nostra macchina senza un esplicito consenso da parte dell’utente.

    Proprio per questo motivo Microsoft ha subito la critica di molti utilizzatori che hanno contestato questa mancanza assoluta di richieste di conferma e hanno visto questo aggiornamento automatico come un attentato al proprio potere decisionale.

    I responsabili Microsoft hanno dichiarato che il tool di Windows Update viene aggiornato in modo automatico per offrire real-time la migliore tecnologia disponibile e garantire un livello superiore di sicurezza per il PC stesso.

    Inoltre, Nate Clinton, nel suo blog, ha aggiunto che non era stato mantenuto nessun segreto circa le modalità di aggiornamento del tool Windows Update, anzi, da sempre Microsoft è stata molto chiara.

    Le risposte al blog dei Clinton (program manager per Windows Update) sono le più variopinte e forse vale la pena andarsele a leggere in lingua originale. Ad ogni modo c’è chi apprezza questa chiarezza da parte di Microsoft, mentre come sempre c’è chi non è d’accordo con lo stile adottato.

    Tra questi ultimi molti non capiscono perché, se hanno scelto di disabilitare gli aggiornamenti Microsoft, quest’ultima debba, in qualche modo, decidere per loro e nascondergli l’istallazione di una nuova patch. Altri preferirebbero essere informati su ogni intervento del sistema operativo sulla propria macchina e quindi essere notificati per tutte le patch. Altri come al solito, e lo dico solo come nota di colore, sparlano su Microsoft e su tutti i loro software.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Microsoft Update si aggiorna anche se disabilitato inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. Alex dice:

      Domanda: ma se uno invece di usare il firewall integrato in Windows (che quindi è a dir poco ‘di parte’ e praticamente non personalizzabile) utilizza un firewall serio (che so io…Comodo per fare un esempio) il problema dovrebbe essere azzerato….no?

      Attendo un cenno di riscontro o di smentita da chi è certamente più ‘tecnico’ di me…

      Grazie

      Alex

    2. Fradeve dice:

      La gente continua a non capire che sottostare al regime oppressivo di Micro$oft non è la soluzione ai propri problemi. È ancora una volta la dimostrazione della mancanza di serietà e rispetto verso gli utenti da parte di Micro$oft, che aveva già raggiunto l’apice della vergogna con l’uscita del sensazionale pacco “Vista”.

      La soluzione per la sicurezza del pc non è l’aggiornamento segreto di Micro$oft, ma Linux, i sistemi Unix ed il Software Libero.

    3. Alex dice:

      Non mi ritengo uno ‘smanettone’ (vedi primo commento al quale sto ancora aspettando risposta) ma nemmeno l’ultimo arrivato e sono il primo a non essere un supporter di Microsoft ed a preferire software libero: peccato che Linux purtroppo nella realtà dei fatti continua a non essere poi così userfriendly come qualcuno si ostina a dipingerlo, soprattutto per quanto riguarda la compatibilità con alcune periferiche (in particolare usb). Finchè non sarà possibile acquistare un pc nuovo con Linuz preistallato (ma davvero – non per finta come ora) anche in Italia e finchè non verrà posta un pò più di attenzione nel rendere più semplici le istallazioni di quelli che sono software diffusissimi ma non necessariamente inclusi nel pacchetto di partenza del OS io personalmente (come molti altri) passo….in attesa di tempi migliori ovviamente.

    4. Alessandro Vinciarelli dice:

      Alex,
      per quanto riguarda il secondo intervento posso assicurarti che le cose ora sono nettamente cambiate.
      Distribuzioni come Ubuntu sono assolutamente user-friendly e una volta acquisite le conoscenze necessarie permettono al contempo di avere un gestione del sistema operativo non indifferente.
      Nulla a che vedere con altri sistemi operativi.

      Se ti riferisci a periferiche come stampanti e scanner è veramente difficile incontrare problemi di funzionalità che non permettano alcuna stampa o scannerizzazione.

      Per quanto riguarda il primo intervento non ho capito bene a cosa ti riferisci e in che relazione metti firewall e aggiornamenti automatici.

    5. Alex dice:

      Se gli aggiornamenti automatici sono disabilitati ed una componente del OS (sarà un file eseguibile di qualche genere credo) cerca comunque di fare degli aggiornamenti a qualche sua componente (in questo caso ai file di WU) il firewall dovrebbe rilevare il tentativo di connessione verso l’esterno…no?

      PS >> io Ubuntu in versione 7.04 ho provato ad istallarlo proprio perchè molto attratto da Linux ed ho desistito soprattutto per problemi con la connessione ad internet sia con modem usb che con il wireless…spero le cose migliorino in futuro…ne sarei solo che felice.

    6. ratamusa dice:

      X Alex:

      Passa ad Ubuntu e ad un modem-router ethernet.
      Non te ne pentirai.

    7. Gianni dice:

      Certo che effettivamente anche io trovai qualche difficolta con la scheda wireless pcmcia sul mio portatile.

      Con quella integrata però non ho riscontrato alcun problema.

      Per quanto riguarda il modem effettivamente con quello ethernet, per chi ne ha a disposizione, è tutta un altra cosa, è impossibile che non riesci a configurarlo con Ubuntu ;-)

    8. Giuseppe dice:

      Ubuntu fa schifo… -.-

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *