• Bonus assunzioni per donne e lavoratori svantaggiati

    Assunzioni donne e lavoratori svantaggiatiLa crescita del mercato del lavoro è un tema ampiamente sostenuto dal Decreto Sviluppo che, con un doppio intervento rivolto a lavoratori svantaggiati e a donne, ha inteso favorire l´occupazione nelle regioni del Sud. Le agevolazioni spettano ai datori di lavoro che, entro un anno, assumono lavoratori svantaggiati a tempo indeterminato ovvero donne di qualsiasi età  con contratto di inserimento.

    L´articolo 2 del Dl Sviluppo introduce un credito d´imposta per ogni lavoratore svantaggiato assunto nel Mezzogiorno ossia nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Molise, Sardegna e Sicilia entro un anno dall´entrata in vigore del decreto con contratto di lavoro a tempo indeterminato. La definizione di lavoratore svantaggiato è da ricercarsi nell´articolo 2 del Regolamento CE n. 800/2008 ossia chi non ha un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi, chi non possiede un diploma di scuola media superiore o professionale, chi ha superato 50 anni di età , adulti che vivono soli con una o più persone a carico, lavoratori occupati in professioni o settori con un elevato tasso di disparità  uomo-donna, membri di una minoranza nazionale. Per ogni lavoratore assunto è concesso un credito d´imposta del 50% dei costi salariali sostenuti nei dodici mesi successivi all´assunzione.

    Qualora l´assunzione a tempo indeterminato riguardi lavoratori definiti molto svantaggiati ossia lavoratori senza lavoro da almeno 24 mesi, il credito d´imposta è concesso nella misura del 50% dei costi salariali sostenuti nei 24 mesi successivi all´assunzione.

    Il calcolo del credito d´imposta avverrà  sulla base della differenza tra numero di lavoratori assunti con contratto a tempo indeterminato rilevato in ciascun mese e il numero dei lavoratori con contratto a tempo indeterminato mediamente occupato nei dodici mesi precedenti. In caso di assunzioni a tempo parziale il credito d´imposta sarà  ridotto proporzionalmente alle ore effettivamente lavorate.

    Il decreto, inoltre, agevola l´inserimento di donne di qualsiasi età  prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi residenti in un´area geografica in cui il tasso di occupazione femminile determinato con apposito decreto sia inferiore almeno del 20% di quello maschile o il cui tasso di disoccupazione femminile superi del 10% quello maschile. L´assunzione è prevista con contratto di inserimento.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Bonus assunzioni per donne e lavoratori svantaggiati inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *