• Arriva l'SMS che dirotta le telefonate

    cell.png

    Un nuovo pericolo minaccia i cellulari, e non si tratta di numeri a pagamento ma di un vero e proprio malware per terminali mobili. Si tratta di un trojan che ha già colpito tantissimi telefoni cellulari, secondo quanto dichiarato dalla Polizia Postale di Napoli, che in questi giorni sta conducendo indagini in tutta Italia.

    La minaccia arriva attraverso un semplice SMS apparentemente senza significato, che siamo subito portati a cancellare, dopo averlo aperto. Il problema sta nel fatto che basta solo aprirlo per installare il trojan nel proprio cellulare, capace di registrare e inviare ai soliti malintenzionati di turno i testi di tutti gli SMS inviati e ricevuti e le conversazioni effettuate da e verso il telefono.

    Il tutto avviene grazie al collegamento che il trojan instaura con un altro telefono cellulare, di cui ovviamente la vittima non conosce l’esistenza, in modo da dirottare le chiamate e i testi anche attraverso un’altra linea telefonica sconosciuta.

    Un vero e proprio sistema di spionaggio telefonico, quindi, che potrebbe avere conseguenze molto gravi. Spesso infatti si tende a rivelare attraverso il cellulare informazioni anche confidenziali o private, non riflettendo sul fatto che le comunicazioni potrebbero essere facilmente intercettate.

    Si teme che il tutto possa essere effettuato per scopi relativi al funzionamento di associazioni di criminalità organizzata e che la minaccia possa mettere a rischio ancora davvero tantissimi telefoni cellulari. Il consiglio è sempre quello di prestare molta attenzione a SMS che arrivano da mittenti sconosciuti, perché potrebbero rivelarsi molto pericolosi.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Arriva l'SMS che dirotta le telefonate inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. SuperG dice:

      Ma non ho capito una cosa…il virus infetta tutti i tipi di cellulare o solo quelli che hanno un sistema operativo e che si possono connettere a internet tramite wi-fi??

    2. Il trojan si installa in tutti i cellulari in cui è possibile far girare delle applicazioni (il malware funziona proprio come un programmino che si installa), anche se non hanno un collegamento wi-fi o un sistema operativo…
      Praticamente la maggior parte dei cellulari in circolazione attualmente potenzialmente può essere in pericolo.
      Certo, la cosa non vale per i telefoni che sono stati prodotti parecchi anni fa, in cui non si possono installare programmi aggiuntivi utilizzando tutti i metodi possibili per trasferire dati anche attraverso il pc!

    3. emmebì dice:

      Un exploit sottende sempre un programma che, generalmente, va in crash e permette un code execution.
      Personalmente, io non vedo quindi possibile che valga per tutti i cellulari e per tutte le marche, a meno che non vi sia un buco nei protocolli utilizzati…

      Come è la storia?

    4. Spinto dalle vostre domande ho approfondito l’argomento guardando anche altre fonti più precise che hanno divulgato la notizia in questi giorni.
      Alcune fonti spiegano che il software in questione sia realizzato per funzionare su cellulari che utilizzano il sistema operativo mobile Symbian.
      Scusate se ho precisato solo dopo la pubblicazione dell’articolo.. ;)

    5. Piero dice:

      solo Symbian? Vorreste farmi credere che Microsoft Mobile si salva da questo malware?
      E ci sono anche altri OS Mobile in circolazione ora.

    6. Se l’informazione è poco dettagliata il motivo è stato spiegato: sono le fonti ad essere poco precise…
      Quella citata all’interno dell’articolo non riporta alcuna indicazione, rimanendo molto sul generico.
      In quest’altro sito http://zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=8445&numero=901 si parla di un software “sviluppato proprio per il sistema operativo mmobile Symbian”.
      Se verranno fuori altri dettagli in seguito sarà mia premura informarvi attraverso questo stesso spazio.

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *