• Le scadenze fiscali del 16 marzo p.v.

    testata-scadenze.jpg

    Domani, 16 marzo, scadono molteplici obblighi fiscali, ecco un quadro sintetico delle principali scadenze.

    Addizionale comunale IRPEF
    Versamento della 1° rata dell’acconto sull’addizionale comunale all’IRPEF trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati.
    Tale obbligo spetta a tutti i sostituti d’imposta.

    L’importo dovuto è pari al 30% dell’addizionale ottenuta applicando le aliquote al reddito imponibile dell’anno precedente.
    Ai fini della determinazione dell’acconto, l’aliquota da applicare è quella deliberata per l’anno 2009, qualora la pubblicazione della delibera sia avvenuta entro il 31 dicembre 2008 ovvero quella vigente per l’anno di imposta 2008 nel caso di pubblicazione successiva a tale data.
    Il versamento va fatto, utilizzando il Modello F24, esclusivamente in via telematica.

    &201; altresì previsto il versamento in unica soluzione dell’addizionale comunale all’IRPEF trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze del mese precedente a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro.

    Il versamento va fatto, utilizzando il Modello F24, esclusivamente in via telematica, con le seguenti modalità : direttamente mediante il servizio Entratel o Fisconline o ricorrendo ai servizi di remote/home banking offerti dagli istituti di credito; tramite gli intermediari abilitati a Entratel.

    In caso di omesso o insufficiente versamento è prevista una sanzione pari al 30% dell’ammontare non versato.

    Addizionale regionale IRPEF
    Versamento in unica soluzione dell’addizionale regionale all’IRPEF trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze del mese precedente a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro.
    Tenuti all’obbligo i soggetti sostituti di imposta.

    Il versamento va fatto utilizzando il Modello F24, secondo le modalità  già  indicate.

    In caso di omesso o insufficiente versamento è prevista una sanzione pari al 30% dell’ammontare non versato.

    Imposta sostitutiva sui premi di produttività 

    Versamento imposta sostitutiva sulle somme erogate ai dipendenti, nel mese precedente, in relazione a incrementi di produttività , innovazione ed efficienza legati all’andamento economico delle imprese.


    Modello Unico SC

    Versamento delle imposte (IRES e IRAP) a titolo di saldo e di primo acconto relative alla dichiarazione dei redditi per i soggetti IRES che hanno chiuso il periodo d’imposta al 30/09/2009.

    Per i soggetti che, per legge, possono approvare il bilancio oltre i 4 mesi dalla chiusura dell’esercizio, il termine è entro il giorno 16 del mese successivo a quello di approvazione del bilancio dell’esercizio.
    Il versamento può essere effettuato entro 30 giorni dalla scadenza con la maggiorazione dello 0,40%.

    Ritenute su redditi di lavoro dipendente e assimilato
    Versamento delle ritenute sulle corresponsioni effettuate nel mese precedente relative a salari, stipendi, pensioni, ecc.; prestazione fondi pensione; emolumenti arretrati e redditi di lavoro dipendente corrisposti a eredi; compensi ai soci lavoratori di cooperative; compensi corrisposti da terzi a dipendenti per incarichi in relazione a tale qualità ; borse di studio e assegni corrisposti per fini di studio o addestramento professionale; indennità  di fine rapporto ed equipollenti.

    Anche in questo caso il versamento va effettuato esclusivamente in via telematica.

    Versamento IVA annuale
    Versamento dell’imposta relativa all’anno precedente risultante dalla dichiarazione IVA annuale.
    I soggetti che presentano la dichiarazione unificata possono eseguire il versamento entro il termine previsto per il pagamento delle somme dovute in base a tale dichiarazione maggiorando le somme da versare degli interessi dello 0,40% per ogni mese o frazione di mese successivo al 16 marzo.

    In caso di omesso o insufficiente versamento la sanzione è pari al 30% dell’ammontare non versato.

    Versamento IVA mensile

    Liquidazione e versamento dell’IVA relativa al mese precedente.
    Sono tenuti al versamento le imprese ed esercenti arti e professioni in regime IVA mensile.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Le scadenze fiscali del 16 marzo p.v. inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. giuliana vizziello dice:

      Volevo segnalare che vi è stata una dimenticanza nelle scadenze, quella della tassa per la vidimazione dei libri sociali per le società  di capitali, codice 7085
      che scade ogni anno in data 16 marzo.
      Cordiali saluti.

    2. Cara Giuliana hai pienamente ragione. Sono molteplici le scadenze previste per il 16 marzo, tra queste anche quella da Te segnalata. L’articolo voleva individuare solo le piu’ diffuse.

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *