• Disegni e modelli industriali: agevolazioni PMI

    ImpresaDal 6 novembre, cinque milioni di euro potrebbero finire nelle casse delle piccole e medie imprese italiane che puntano all’innovazione. Sono, infatti, previste alcune agevolazioni dal Ministero dello Sviluppo Economico. Il bando si chiama “Disegni+2” e prevede l’erogazione di contributi a favore delle imprese titolari di un progetto di valorizzazione di un disegno o modello registrato. Le risorse saranno assegnate secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande e, comunque, fino a esaurimento risorse.

    Bando Disegni+2: le FAQ sulle agevolazioni

    Per accedere ai contributi per la valorizzazione di disegni e modelli industriali è necessario compilare prima la scheda online sul sito www.disegnipiu2.it, che sarà reso operativo a partire dal 6 novembre. Al termine della compilazione della scheda il sistema rilascerà un numero di protocollo che dovrà essere inserito nella domanda di agevolazione.

    Poi la domanda deve essere presentata entro 10 giorni dalla data del protocollo e deve essere compilata secondo i modelli allegati al bando. I dieci giorni necessari alla presentazione della domanda sono calcolati a partire dal giorno successivo a quello di assegnazione del protocollo. La domanda deve essere trasmessa, in formato pdf, esclusivamente tramite posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo disegnipiu2@legalmail.it.

    Le risorse sono assegnate con procedura valutativa a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande e fino ad esaurimento risorse. Ai fini della definizione dell’ordine cronologico di presentazione delle domande si farà riferimento al numero di protocollo assegnato al momento della compilazione della scheda online.

    L’istruttoria è effettuata da Unioncamere che, verificata la regolarità formale e la completezza della domanda, la sussistenza dei requisiti e le condizioni di ammissibilità previste dal bando, esprime giudizio positivo o negativo circa la concessione o meno dell’agevolazione. Tale decisione verrà comunicata all’impresa entro 90 giorni dalla data di assegnazione del protocollo.

    Oggetto dell’agevolazione è la realizzazione di un progetto finalizzato alla valorizzazione di un disegno o modello singolo o multiplo, già registrato alla data di presentazione della domanda, di cui l’impresa richiedente sia titolare o in possesso di un accordo di licenza con un soggetto, anche estero, che ne detiene la titolarità. Il progetto deve essere concluso entro 12 mesi dalla notifica del provvedimento di concessione dell’agevolazione.

    Per approfondimenti: www.disegnipiu2.it

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Disegni e modelli industriali: agevolazioni PMI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. abbiamo progettato un contatto elettrico in bassa tensione che alimenta la fonte luminosa senza fili elettrici

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *