• Come creare valore con il capitale umano “creativo”

    Classe creativa

    Essere leader nel campo dei New media: con questo ambizioso obiettivo Marco Corsaro, giovane amministratore delegato di 77 Agency, ha lanciato un nuovo modello d’impresa “made in italy”, puntando sulla formazione di capitale umano specializzato nell’uso delle nuove tecnologie e nelle più attuali metodologie di management.

    Sembra proprio che 77 Agency segua la tesi di Richard Florida, sociologo ed economista americano che ha previsto l’ascesa dei “creativi”, descritti come una vera e propria classe sociale il cui peso economico globale è ormai decisivo per lo sviluppo dell’ecosistema mediale.

    L’idea di business di 77 Agency nasce con l’intento di formare figure innovative e in linea con la filiera produttiva ICT: creativi pubblicitari, broker telematici, tecnici e manager specializzati nei prodotti interattivi e multimediali, marketing manager al passo con le più recenti evoluzioni del Web 2.0.

    Tutte figure richiestissime dal mercato di oggi.


    La società  è stata fondata da Corsaro con 4 amici nel 2003 a Londra, e oggi vanta più di 50 dipendenti che operano nelle diverse sedi sparse nel nel mondo: Riga, Kiev, New York, Toronto, Madrid e Milano, che è l’hub per i servizi di accounting.
    Una vocazione internazionale dimostrata anche dall’eterogeneità  della forza lavoro che conta creativi provenienti da diversi Paesi: su 25 dipendenti 15 sono di nazionalità  diversa.

    La strategia di fondo, che le ha permesso di raggiungere una diffusa e riconosciuta notorietà  a livello internazionale, si basa su un mix di: meritocrazia, pratica nella formazione e gratuità  dei corsi.
    Anche se gratuita l’ammissione in 77 Agency è però molto selettiva e la conoscenza trasferita, a differenza che nelle università , è fortemente orientata alla pratica, che prevede lo stage nella stessa azienda o in altre imprese del network.

    Una visione d’impresa intraprendente e finalizzata ad aumentare il valore del mercato ICT grazie a un’accurata formazione e a n posizionamento d’eccellenza per i propri studenti, un capitale umano che – se opportunamente formato e riconosciuto per le proprie competenze – costituisce una leva vincente per la crescita del mercato ICT, come dimostra il successo di 77 Agency, impresa internazionale nata dal talento creativo italiano.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Come creare valore con il capitale umano “creativo” inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *