• La vostra verità  sull’Asus Eee

    Asus eeePCAvevo proposto di pensarci insieme e voi mi avete dato un grande aiuto nel cercare di definire questo “subnotebook” in ambito aziendale e in generale come strumento per i mobile worker.

    Il post pubblicato pochi giorni fa sull’Eee Pc 701 ha infatti suscitato opinioni contrastanti sulla qualità  dell’ultimo nato in casa Asus, tutte molto interessanti, che meritano di avere un seguito e un maggiore approfondimento.

    C’è chi ne decanta le lodi; chi lo critica impietosamente; chi lo carica di fantomatiche funzioni sociali. Cerchiamo di fare il punto della situazione.

    1. L’Eee PC… non è un PC. Come dice Ennio “è il supporto informatico per chi non “si mette al PC”, ma mentre è in giro lo usa perché gli è venuta un’idea” ed è quindi impensabile per “lavori lunghi e complessi” come presentazioni, trttamenti fotografici o progetti CAD.
    2. La tastiera è piccola ma perfettamente usabile. Ce lo assicura Marco: “anche io che ho le mani che sembrano pale, con un paio d’ore di allenamento, riesco a scrivere in tranquillità ”. Anche Roberto è dello stesso avviso e nessuno di voi ha espresso commenti negativi sulla piccola QWERTY, perciò non c’è motivo di dubitare sulla sua qualità .
    3. Oltre a Linux c’è di più. “Si può caricare anche Windows, se si vuole, e funziona bene lo stesso”, parola di Roberto. Il problema è riuscire a stipare un sistema operativo come quello di Microsoft in soli 4 GB di memoria e farsi avanzare lo spazio per almeno un paio di file PDF. Tuttavia c’è anche chi ha installato Vista (in versione vLite) senza particolari problemi. Anche il rischio di un “sistema chiuso” pare quindi essere scongiurato.
    4. Un piccolo passo per Asus, un grande passo per il mercato IT. Carlo Del Vecchio non ha dubbi sull’impatto che l’Eee avrà  su tutto il mondo dell’informatica: “il fatto importante è che distrugge il cartello che ha stabilito come non si possa scendere sotto i 500 euro per un portatile”. Per verificare la bontà  di questa considerazione non bisognerà  aspettare molto: i concorrenti dell’Eee si stanno già  affacciando sul mercato, come il neonato DreamBookLight IL1 di Pioneer. Concorrenza = innovazione e prezzi più bassi per tutti. Altro punto a favore.
    5. Cos’è e com’è quindi l’Asus Eee? Partendo dai 4 punti sopra elencati e riassumendo il pensiero di detrattori e supporter, potremmo concludere con due voci contrastanti ma altrettanto esemplificative. L’Eee è “un device straordinario che serve solo per posta, navigare quando si è in giro” (by Monegasque) o, a seconda dei gusti, “un’ottima alternativa… al computer della Clementoni (by Lorenzo).

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su La vostra verità  sull’Asus Eee inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. clarita dice:

      ritengo l’EEE un ottimo investimento… non è un’alternativa al pc della clementoni: è completo di tutto e nn serve solo x posta e navigare quando si è in giro… è collegabile ad un altro monitor, è in grado di produrre filmati e l’audio è ottimo, eppoi è dotato di webcam e microfono per fare videoconferenze… ed entra in borsetta… tra uno smartphone/palmare e l’EEE è meglio quest’ultimo

    2. Sì, Clarita, sono d’accordo. Tra l’altro sono dell’idea che questo prodotto sia estremamente utile in ambito produttivo, per chi ci deve lavorare.

      NON per chi fa il tecnico, probabilmente, nè per chi lavora nel campo del video o audio-editing. Ma per chi scrive? Per chi deve creare presentazioni? Farle vedere a un pubblico? Ricercare dati?
      Secondo me è ben pensato per questo, al di là  dell’utilizzo consumer che sembra quello più ovvio.
      Un po’ come per l’iPhone: pensato per gli utenti privati, amato dalle utenze business.

    3. Pingback: Asus Eee PC: cos’è? ¦ UnioniDiVisioni

    4. giorgio1769 dice:

      L´Eee PC… non è un PC.
      ————–
      Neanche i palmari, ma chi si mette a fare CAD su quelli?

      La tastiera è piccola ma perfettamente usabile.
      —————-
      Si potrebbe usare un programma che trasforma la voce in testo tipo Dragon Naturally Speaking o simili.

      Oltre a Linux c´è di più.
      ————
      Se ci si può mettere window98 a me basta e lo compro subito.

      Un piccolo passo per Asus, un grande passo per il mercato IT. Carlo Del Vecchio non ha dubbi sull´impatto che l´Eee avrà  su tutto il mondo dell´informatica: “il fatto importante è che distrugge il cartello che ha stabilito come non si possa scendere sotto i 500 euro per un portatile”.
      ————–
      Questo è positivo. Vera concorrenza e discesa dei prezzi. Poi i subnotebook dovevano aver successo già  da 10 anni, io li avrei comprati.Lo aspettavo da tanto.

      Per verificare la bontà  di questa considerazione non bisognerà  aspettare molto: i concorrenti dell´Eee si stanno già  affacciando sul mercato, come il neonato DreamBookLight IL1 di Pioneer. Concorrenza = innovazione e prezzi più bassi per tutti. Altro punto a favore.
      Cos´è e com´è quindi l´Asus Eee? Partendo dai 4 punti sopra elencati e riassumendo il pensiero di detrattori e supporter, potremmo concludere con due voci contrastanti ma altrettanto esemplificative. L´Eee è “un device straordinario che serve solo per posta, navigare quando si è in giro” (by Monegasque)
      ————-
      Se 1 ha poca fantasia e/o preparazione si limita alla posta, navigare quando si è in giro…ma se come me sfrutta il device a fondo Asus vi dico che è 1 gioiello conveniente e versatile.

      o, a seconda dei gusti, “un´ottima alternativa… al computer della Clementoni“ (by Lorenzo).
      ————
      Non credo proprio.
      Non è 1 giocattolo, certo se sei 1 fissato dell’ultimo modello allora comprati un portatile da 3000 euro.

    5. Dps Privacy dice:

      l’idea è intrigante…
      per chi deve scrivere un libro per esempio…

      o per non perdere l’idea del momento.

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *