• Noleggio auto on demand via smartphone

    Noleggio auto on demand via smartphoneUber è un nuovo servizio di noleggio auto con conducente (NCC) per uso privato on demand fruibile attraverso smartphone con tecnologia Apple e Android: attraverso la georeferenziazione sul telefonino, il sistema registra la “pick up location” e l’orario di consegna del veicolo.

    => Leggi i rincari per le auto aziendali

    Una volta registrata la richiesta, Uber visualizza un messaggio di accettazione del servizio con ora stimata di arrivo dell’auto e nome del conducente. Una volta che l’auto è in prossimità  del cliente, un altro SMS avvisa il cliente che la propria vettura sta arrivando.

    La particolarità  del servizio non si ferma una volta saliti a bordo: il sistema addebita su carta di credito l’importo dovuto lasciando al cliente solo l’incombenza di dover ringraziare l’autista.

    => Scopri come usare lo smartphone come carta di credito

    Il pricing, poi, beneficia dei vantaggi della tecnologia mobile, in quanto legato alla velocità  dell’auto: sotto una determinata soglia di velocità  la tariffazione è a tempo mentre al di sopra della stessa la tariffa è determinata in base alla distanza.

    => Leggi i costi e le deduzioni 2013 per le auto

    Uber è in sostanze un’applicazione che consente l’erogazione di un servizio di qualità  e trasparenza in un settore che spesso lascia interdetti per le tariffe variabili.

    Peccato che Uber non sia al momento attivo in Italia: sarebbe comunque un vantaggio competitivo per chiunque volesse implementarlo specie in quei posti a vocazione turistica dove l’attenzione al cliente può fare la differenza.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Noleggio auto on demand via smartphone inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. orazio dice:

      Io, personalmente, sono contro queste pesanti innovazioni sulle auto. Su Focus affermano che le auto guidate da computer e sensori faranno presto il loro ingresso nel mercato, ma io non le voglio!

    2. Michele dice:

      Caro Orazio, sono pienamente d’accordo con te. Anche io non mi farei mai condurre da un computer … non tanto per il computer in sè, quanto per il fatto che le altre auto probabilmente avrebbero un guidatore in carne e ossa! A parte gli scherzi Uber non intende affatto “tecnologizzare” le auto più di quanto non lo siano già : è “semplicemente” una applicazione per mobile phone che consente a chiunque di prenotare un taxi ed soprattutto avere certezza del prezzo pagato.
      Un classico “uovo di Colombo”: semplice e soprattutto geniale.

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *