• Le leggi che governano Excel

    Chi si affaccia per la prima volta ad Excel si può trovare parecchio disorientato, in special modo se non ha un “tutor” in grado di guidarlo. Ma in realtà utilizzare Excel è semplicissimo, se poi seguite queste due leggi lo sarà ancora di più:

    1. Ogni cella può contenere solamente una costante o una formula;
    2. Una formula non deve contenere costanti, ma solo ed esclusivamente riferimenti ad altre celle.

    Le formule in Excel sono quelle stringhe di testo che cominciano con “=”, mentre tutto il resto è una costante. Inserendo ogni costante in altrettante celle, potremo poi, in un’ultima cella, inserire una formula: in questo modo, se si modificano le costanti, si modificherà automaticamente anche il risultato della formula.

    Se ad esempio volete fare una somma, nell’intervallo A1:A15 inserirete i vari numeri (cioè le costanti), mentre in A16 inserirete la formula per il calcolo della somma: “=SOMMA(A1:A15)”.

    Ricordate quindi che un foglio di lavoro di Excel non è una calcolatrice, ma uno strumento molto più potente.

    Ovviamente se nelle formule da utilizzare abbiamo, ad esempio, degli elevamenti a potenza o formule del tipo “A1*(1+(A5/B3)”, non dovremo preoccuparci dell’esponente o dell’1, perchè in questo caso sono dei parametri costanti che non variano.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Le leggi che governano Excel inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. Stefania dice:

      veramente una cella di excel può contenere più di una formula… sicuro di saperlo usare bene?

    2. una formula può contenere ovviamente più di una funzione al proprio interno. In tutti i lavori che ho fatto con Excel o tutte le tabelle che ho visto non homai avuto il privilegio di vedere più d’una formula in una cella. Ovviamente se lei ritiene di avere un grado di preparazione superiore al mio (o anche a quello dei miei colleghi visti gli altri commenti) è invitata a condividere con tutti noi la sua conoscenza.

    3. smart dice:

      veramente una formula non può contenere costanti? cioè se devo calcolare il 20% di una cifra sempre diversa, devo scrivere 20% in una cella e poi fare riferimento a quella? mah…

      ora si che sono veramente spiazzato… ;)

    4. una formula può contenere costanti:
      (150 * A15 / 0,9)*(A20/C15)
      150 e 0,9 sono costanti, le celle potranno variare se ne cambio di volta in volta il valore, altrimenti saranno costanti anch’esse. Trovo la discussione alquanto kafkiana;))

    5. Le costanti sono numeri che non variano mai: ad esempio il pigreco è una costante, il valore g dell’accelerazione gravitazionale è una costante.

    6. martino dice:

      Devo fare un foglio excel dove devo riportare una costante su tutte le altre, come faccio?
      per esempio: in una cella scrivo un nunero che voglio venga moltiplicato con un numero di una cella che cambia su tutta la colonna, faccio la funzione sulla prima cella della colonna b4 è il numero che voglio sia moltioplicato su tutta la colonna ex. =b4*c12 e mi viene normale prendere con il puntore la croce e portarlo fino in fondo ma invece di comparire b4 mi viene b5*c13 , b6*c14 ecc.
      mi potete aiutare.
      grazie.

    7. Devi premere il pulsante F4 in relazione alla cella che vuoi bloccare. Comparirà il simbolo del dollaro sia a destra che a sinistra del riferimento della cella. Mi spiego meglio: hai la formula =B13*C5 e vuoi che C5 sia costante e che moltiplichi i valori della colonna B. Allora, quando hai scritto la formula, puoi evidenziare il C5 e premere F4. Poi puoi trascinarti la formula anche per le altre celle, intanto C5 rimarrà sempre lo stesso.

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *