• Retail e Pmi, il punto al SAP World Tour

    Retail e Pmi, il punto al SAP World Tour
    Si è tenuto nelle scorse settimane a Milano il SAP World Tour 2010, appuntamento con l’innovazione tecnologica organizzato annualmente da SAP con Fujitsu, IBM e VmWare in qualità  di Global Sponsor. L’edizione di quest’anno a visto coinvolti oltre 1.100 partecipanti, interessati ad approfondire il tema “Run better, sempre e ovunque” ma anche discutere del ruolo che l´innovazione ricopre nel sostenere le Pmi italiane nel cambiamento finalizzato alla loro crescita competitiva.

    Un’occasione per confrontarsi su soluzioni IT del tipo on-premise, on-demand e on-device ed sul significato del Retail per le Pmi.

    Alla tavola rotonda che si è tenuta durante il SAP World Tour, il Top Management di SAP ha analizzato proprio lo scenario del Retail, insieme ai CIO di importanti aziende del settore distributivo. Un settore che ha saputo reagire con dinamicità  alla difficile congiuntura economica, nonostante questa non abbia fatto altro che animare la competitività  e la concorrenza tra distributori.

    Tre le dinamiche chiave individuate dagli esperti: migliorare la gestione del punto vendita e il servizio per attrarre e fidelizzare i clienti; aprirsi a nuovi mercati e introdurre efficacemente nuovi prodotti per incrementare le vendite; migliorare l´efficienza operativa per difendere i margini.

    Fondamentale in tutto questo è il ricorso all’innovazione tecnologica, così da velocizzare i processi, gestire con precisione le vendite, accedere a dati utili in tempo reale e ottenere migliorare previsioni accurate per mettere in atto strategie di business efficaci e in linea con l´andamento del mercato.

    Quest’ultima caratteristica risulta quanto mai fondamentale per le imprese del tessuto produttivo italiano, tipicamente molto articolato per la presenza consistente presenza di aziende di piccole e medie dimensioni, con fatturato e rete di vendita molto diversi per entità  e quindi con esigenze di business variabili.

    Il sistema italiano, basato su piccole realtà , per crescere ha spesso bisogno di una rete di alleanze ed acquisizioni. Si rende pertanto necessaria l´implementazione di un gestionale integrato e di una logica di internazionalizzazione facilmente replicabile all´estero. SAP, con le sue soluzioni, si propone come “accompagnatore” ideale delle piccole e medie imprese del Retail nel proprio percorso di crescita, sia in territorio nazionale che internazionale.

    SAP mette la propria esperienza, maturata sul campo, a disposizione delle piccole e medie imprese italiane, offrendo soluzioni ad-hoc sviluppate a partire da best practice internazionali e perfezionate attraverso grazie ai feedback dei partner presenti sul territorio.

    Tanti i buoni esempi che testimoniano il supporto che SAP è in grado di offrire sul fronte dell´innovazione tecnologica. Citiamo il caso del Gruppo Giochi Preziosi che essendo attivo nel mercato dei giocattoli a livello mondiale ha sentito la necessità  di investire in un sistema informativo integrato che permettesse di avere una completa visibilità  su tutti i processi in Italia e all´estero. Il Value Engineering di SAP Italia ha aiutato il Gruppo ad identificare gli obiettivi strategici, sviluppando un business plan che includesse tutte le aree funzionali.

    Anche Yamamay, azienda che opera nella distribuzione di intimo e moda mare con una complessa rete di vendita nazionale e internazionale, è stata aiutata da SAP ad ottimizzare, attraverso l’IT, il controllo dei processi interni la governance contribuendo, nonostante la crisi, ad una crescita del +15%. Interessante il modello di distribuzione basato su algoritmi SAP mediante il quale Yamamay ha potuto realizzare una campagna di marketing che puntava a commercializzare nei negozi una linea nuova ogni settimana. Grazie alla business intelligence basata sui dati di SAP, i di tutto il mondo hanno potuto tenere sotto controllo l´andamento dei negozi ed il successo dei prodotti, oltre alla gestione dei franchisee.

    La partnership tra SAP e Scarpamondo è un esempio di quanto l’innovazione tecnologica possa essere di supporto nelle fasi di crescita del proprio brand. L’insegna del Gruppo Pietrini nato come distributore all’ingrosso si è poi specializzato nel dettaglio con una crescita che nel tempo a portato all’inaugurazione media di due o tre negozi all´anno distribuiti sul territorio italiano. Grazie alla piattaforma IT centralizzata e flessibile di cui si è dotata l’azienda è in grado di integrare rapidamente le nuove realtà . SAP è stata di supporto contribuendo a rendere disponibili i dati sull´andamento dei singoli punti vendita, per migliorare l´assortimento, la customer experience e verificare le marginalità  in tempo reale.

    Stessa strada seguita da Sacchi Giuseppe S.p.A., azienda attiva nella distribuzione di materiale elettrico e di componenti industriali con 30 punti vendita nell´Italia Nord-Ovest, che ha puntato sull´IT in ambito Retail per ottenere dati statistici da utilizzare per indirizzare al meglio le proprie strategie aziendali. Questo sia in termini di gestione dei canali di vendita che dei processi logistici, con particolare attenzione ai clienti, ottenendone una mappatura esaustiva contenente tutte le informazioni ad essi relative.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Retail e Pmi, il punto al SAP World Tour inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. Francesco dice:

      mahhhh

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *