• Facebook: preservare la nostra privacy (prima parte)

    Uno dei motivi che allontana molti dall’idea di iscriversi al social network più famoso del momento è la gestione delle impostazioni della privacy, che spesso non sono molto chiare e potrebbero portare ad inconvenienti spiacevoli.

    A queste voci fanno eco le numerose notizie di cui si è parlato negli ultimi mesi, che hanno visto come protagonisti dipendenti di amministrazioni o aziende licenziati per una cattiva gestione delle informazioni personali e degli “stati” sul proprio profilo che sono finiti sotto gli occhi del capo.

    Pochi però sanno che è possibile personalizzare al massimo le impostazioni del proprio account per tenere foto, stati, bacheca e informazioni di qualsiasi tipo sempre sotto controllo, in modo da controllare nel dettaglio quali persone possono vedere i nostri dati inseriti sul portale.

    Innanzitutto, come possiamo facilmente vedere scrivendo il nostro nome su Google, tra i risultati delle ricerche compare il link al nostro profilo su Facebook. Se vogliamo evitare questa indicizzazione “forzata”, dopo aver effettuato il login, andiamo nella pagina Privacy – Risultati della ricerca del nostro profilo e in corrispondenza della voce “Elenco di ricerca pubblico” togliamo la spunta dalla casellina che si trova subito sotto.

    Nella stessa pagina, attraverso la prima voce, dal nome “Visibilità nella ricerca”, possiamo decidere chi può trovarci utilizzando il motore di ricerca interno. Si tratta di un’opzione utile se non vogliamo che chiunque possa trovarci sul portale.

    Uno dei problemi più grandi per la nostra privacy è la gestione delle foto in cui siamo taggati. Un’immagine poco seria che ci ritrae, messa online per errore, può girare sul network in modo molto rapido e per questo motivo è necessario impostare delle restrizioni a queste foto. Andiamo in Privacy – Profilo e impostiamo le nostre preferenze accanto alla voce “Foto in cui sei taggato/a”. Se scegliamo la voce “personalizza” possiamo decidere nel dettaglio di specificare alcuni nomi esatti degli amici ai quali vogliamo permettere la visualizzazione di queste foto.

    Nella seconda parte dell’articolo vedremo come impostare le restrizioni per la visualizzazione dei nostri album fotografici, come gestire la visualizzazione dei messaggi scritti dagli amici nella nostra bacheca personale e come selezionare i permessi per la visualizzazione delle nostre informazioni di contatto.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Facebook: preservare la nostra privacy (prima parte) inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *