• Google Chrome per l’editing online

    larazus-text.png

    Scrivere commenti o articoli in Internet, negli editor online, senza passare da software offline, porta con sé un grave rischio: quello di perdere il testo scritto per falle nella connessione o bug nella piattaforma usata.

    Per limitare il problema, si può usare Chrome, il browser di Google, e installare un’apposita estensione per salvare ciò che viene scritto nelle aree di testo dei siti Internet.

    L’estensione si chiama Lazarus e si può installare direttamente dal repository degli add-on di Chrome. Un click su “Installa” e Google Chrome procede attiva l’estensione.

    Lazarus DB

    A questo punto l’add-on è visibile accanto all’indirizzo del sito Web che contiene un’area di testo editabile e passando sull’iconcina un messaggio informa che Lazarus è attivo per quel sito Web.

    Cliccando sull’icona, nel browser si apre la scheda dei settaggi di Lazarus: nella scheda Security si può impostare una password per il restore del testo.

    Il database che raccoglie i testi editati online si attiva cliccando sull’icona che figura accanto alle text box ed elenca le varie fasi di editing; cliccando su quella voluta, il testo viene incollato nella text box, qualora accidentalmente si fosse chiuso il browser o la scheda durante il lavoro.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Google Chrome per l’editing online inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. Giuseppe dice:

      Molto comodo, ma sembra che niente riesca a spodestare la supremazia di IE

    2. Agnese Bascià dice:

      Credo sia solo questione di tempo: io usavo Firefox quasi per tutto, poi ho scoperto che Chrome è molto più veloce e per alcune funzioni può sopperire all’ancora ridotto repository di add-on, che ha fatto la fortuna del browser Mozilla.
      Se si risolve il problema Greasemonkey, che a volte non funziona, credo che Chrome possa dare battaglia a IE e non solo.

      Un saluto

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *