• Vodafone: tra recessione, Internet key e banda larga business

    flat dati vodafoneTempi duri per Vodafone, che ha di nuovo tagliato le stime sui ricavi per l’esercizio che si concluderà  a marzo: previsti 38,8/39,7 miliardi di sterline rispetto al range precedente di 39,8-40,7 miliardi.
    Sono tempi difficili per l’economia mondiale, si sa, ma Vodafone Italia continua a godere di buoni consensi di mercato. Oltretutto, la sua offerta mira ormai a soddisfare tanto il pubblico consumer che business. Di fatto, i profitti da soluzioni di trasmissione dati sono cresciuti del 48%, fino a quota 1,4 miliardi di sterline.

    Nel 2008 l’operatore ha scommesso su servizi voce, messaggistica e soluzioni di banda larga fissa come Vodafone Station, dopo Vodafone Casa e Vodafone Ufficio. Di recente, poi, nonostante il periodo di incertezza, la società  è partita all’attacco del grande mercato delle microimprese a partita Iva con un’aggressiva campagna pubblicitaria finalizzata ad attirare tra i clienti i piccoli professionisti come consulenti, negozianti, avvocati…

    La pubblicità  vuol trasmettere il concetto che per chi si abbonerà  a Vodafone, la sua vita sarà  più tranquilla ed enormemente semplificata perché a telefonia e Internet ci penserà  Vodafone stessa. Sarà  così?

    Peccato che le infinite polemiche sulla efficacia della famosa Vodafone Internet Key, penna Usb per connessioni ad alta velocità  abbia creato non poche titubanze: non pochi professionisti avevano scelto questa soluzione per avere una garanzia di banda larga in mobilità , ma sono rimasti delusi.

    Ancora presto per verificare l’efficacia della nuova offerta di chiavetta per la connettività  mobile, cerchiamo di capire cosa ci si può aspettare dalle proposte per il microbusiness da poco lanciate.

    L’operatore dunque, propone due nuove soluzioni dedicate ai possessori di partita Iva: Mio Business 400 e Vodafone InOffice Internet e Telefono.

    Mio Business 400: soluzione dedicata alla telefonia mobile che al costo di 75 euro (senza promo) include 400 minuti di chiamate verso i numeri fissi e mobili italiani e 400 minuti verso un numero Vodafone da noi scelto. Troviamo anche inclusi 100 sms verso tutti ed un numero di assistenza dedicata.

    Vodafone InOffice Internet e Telefono: offerta combinata voce + dati che a fronte di un canone di 39 euro al mese (per i primi mesi di 29 euro) sono inclusi 2000 minuti di chiamate verso i numeri dei colleghi (numeri dello stesso contratto attivi su piani mobili), 2000 minuti di chiamate verso i fissi (scatto alla risposta di 10 centesimi).

    Il massimale in questo caso non è mensile ma bimestrale. Troviamo ancora il noleggio gratuito della Vodafone Station con cui potremo navigare su Internet in maniera illimitata con una linea da 7Mbit in download e ben 832Kbit in upload e la possibilità  di utilizzare la sopracitata Vodafone Internet Key a 5 euro al giorno.

    “Infarciscono il tutto” 3 caselle email da 200Mb, uno spazio web da 500Mb, una registrazione di un dominio di secondo livello e l’uso della linea internet con un ip statico.

    Non resta che darci appuntamento più in là  nel tempo per vedere i risultati…!

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Vodafone: tra recessione, Internet key e banda larga business inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. Marco dice:

      Sarà  una grande fregatura come lo è la Internet key…….

      Evitate Vodafone come la peste se volete vivere felici!!

    2. moni dice:

      stralcio del reclamo che ho inviato a Vodafone relativo alla Vodafone Station:
      “…ho contattato l´assistenza Vodafone almeno il doppio di volte, sempre tramite telefonino, per riuscire a configurare Outlook che dopo aver cambiato IP non ne vuole sapere di scendere a patti con la Station.
      Tralascio anche di dirvi il penoso scaricabarile messo in atto dagli operatori del call center.

      Conclusione non sono riuscita ad usare il telefono di casa per circa un mese e la connessione Internet l´ho riconquistata almeno 20 gg dopo l´ingresso in casa della Station.
      - chi paga il disagio di rivoluzionare casa e l´intrigo di dover stendere metri di filo Ethernet sul pavimento ogni volta che mi serve Internet?
      - perchè non è stato specificato che l´unica presa telefonica funzionante sarebbe stata quella principale?
      - fatturate 20,27€ per non-uso del telefono dal 05-11-2008 al 16-11-2008, mi chiedo cosa mi chiederete di uso del telefono…”
      La Station mi ha sfinita!
      Comunicherò appena possibile la risposta di Vodafone
      Monica

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *