• Scegliere i gestionali: Compiere, una buona scelta fra gli ERP Open Source

    CompiereDevo ammetterlo: girando per la rete cercando delle soluzioni aperte per ERP aziendali, ne ho trovate molte più di quante me ne aspettassi.

    Oggi vorrei parlarvi di Compiere, un prodotto estremamente maturo e quasi completamente Open Source.

    Il primo punto di forza di Compiere è che la compagnia che ne cura lo sviluppo lo commercializza sotto forma di supporto e Service Pack: questo vuol dire che dietro al prodotto c’è anche un interesse economico che, come potete immaginare, garantisce lo sviluppo costante e professionale del software.

    Ma blocchiamo subito eventuali critiche: il fatto che un’azienda con interessi commerciali stia dietro a un progetto Open non è una contraddizione: Open non vuol dire gratuito, vuol dire libero. E Canonical ha dato al mondo l’esempio di come sia possibile ricavare introiti da una cosa gratuita.

    L’aspetto certamente più positivo del software di cui stiamo parlando stavolta – però – è un’architettura strettamente a moduli, che si traduce in una facilità  di personalizzazione estrema, oltre al fatto che un eventuale upgrade dovrebbe risultare sicuro e non dovrebbe modificare eventuali personalizzazioni.

    Inoltre, il team di sviluppo ha tenuto un occhio di riguardo per la sicurezza, sia nei privilegi degli utenti sia nella riservatezza dei dati, che sono accessibili solo tramite una stretta gerarchia di ruoli e permessi.

    Insomma, un prodotto che davvero vale la pena provare. Se volete l’ultima conferma, potete dare un’occhiata ai tour guidati online, che mi hanno lasciato decisamente soddisfatto.

    Per finire, Compiere è basato su Java, di conseguenza è utilizzabile su più o meno qualsiasi piattaforma, e si integra facilmente con il comunissimo Oracle.

    La commercializzazione di Compiere si basa sull’ormai collaudata formula del pay-for-support: il programma è gratuito, il supporto è distribuito in maniera commerciale. Tuttavia, oltre al semplice supporto vengono anche offerti aggiornamenti aggiuntivi, upgrade helper e compatibilità  con altri tipi di database.

    Insomma, un prodotto davvero maturo, e credo davvero pronto per il mondo reale. Mi piacerebbe sentire le vostre opinioni, ricordandovi come mio solito che provarlo non vi costa nulla.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Scegliere i gestionali: Compiere, una buona scelta fra gli ERP Open Source inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. ajkain dice:

      a che punto è la localizzazione italiana della contabilità ?

    2. Dario Freddi dice:

      Onestamente non te lo so dire, puoi provare comunque a chiedere nei forum, o addirittura finirla tu stesso, è anche questo il bello dell’Open Source

    3. John dice:

      Buongiorno a tutti,

      La ditta Mayking, partner ufficiale e certificato di Compiere, ha già  adattato le procedure contabili al quadro normativo Italiano e Comunitario, inoltre è possibile provare la demo online previa registrazione (solo per le aziende).

      Credo che questa sia una buona notizia per le imprese che spesso si trovano a sostenere costi elevatissimi per gestionali e che, dopo tante promesse, si trovano invece con meno soldi, tempo perso e un gestionale che non fa al caso loro.
      Purtroppo parlo per esperienza diretta, ma forse sto andando fuori tema, anche se sarebbe interessante approfondire questo aspetto.

      In ogni caso complimenti per l’articolo davvero interessante, sarebbe veramente utile portare avanti le discussioni.

      John

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *