• Quando lo SPAM entra in politica

    Lo SPAM sta colpendo proprio tutti, infatti, dopo banche, servizi online, eBay, ecc. ora è arrivato il momento della politica.

    Indubbiamente qualcosa di interessante che può, perché no, anche strappare un sorriso o addirittura una risata.

    A segnalarlo per la prima volta è stato Paolo Valdemarin in un articolo pubblicato sul suo blog personale.
    Ecco dunque cosa scrive:

    “All’inizio era la Nigeria, poi si sono uniti tutti gli ex dittatori africani. Poi si sono aggiunti cinesi e mediorientali. Chi di noi non riceve almeno una spammata al giorno che ci promette una bella fetta di un capitale da nascondere? L’importante è trovare un qualche potente che verosimilmente ha dei soldi da riciclare”.

    Ecco l’ultima versione della truffa dunque. Stavolta a prestare la “faccia”, involontariamente (ovviamente) non è una nazione, ma l’ex presidente del consiglio, leader di Forza Italia: Silvio Berlusconi.

    La procedura rimane sostanzialmente invariata: si fa credere al povero utente che ci sia un capitale da spartire, per ottenere il quale (però) c’è qualcosa da spendere. Una versione moderna del vecchio do ut des (io do’ affinché tu dia), con la differenza che in questo caso, la contropartita (il capitale da spartire) non esiste.

    Riportiamo dunque il testo integrale del messaggio di SPAM:

    From: Mr. Silvio Berlusconi mailto:secretary@silvio-word.it
    Sent: Monday, May 14, 2007 5:25 PM
    To: undisclosed-recipients:
    Subject: Hello!

    Good day.

    Please, understand my reason for contacting you today through this medium; I am Mr. Silvio Berlusconi, Former Italian Prime Minister who was charge for purchasing of movie and television rights at Mediaset. Despite the accusation levy against me, I have be working tremendously to support the less privileged in the society.

    Upon all the effort and support I have made, the Italian Government lead by it attorney general has probe my effort and tend to confiscate my wealth and money I deposited with a bank firm in The Netherlands which amounted to 10, 562, 987.00EUR. I will not disclose the bank for now, due to the investigation to scramble all my wealth.

    A parte l’inglese maccheronico, comprensibile da chiunque ne abbia una minima conoscenza scolastica di base, la mail risulta senza dubbio qualcosa di divertente. Abbiamo tagliato l’ultima parte per evitare di inserire link (magari a pagine poco gradevoli) e di fare pubblicità a questi sprovveduti (il contenuto originale lo trovate nel post di Paolo Valdemarin).

    Consci e fiduciosi del fatto che nessuna utenza possa cadere in un tranello del genere, possiamo farci un paio di risate sopra, o almeno credo.

    Che sia uno scherzo di qualche persona che non nutre particolare simpatia per il politico italiano?

    Se vuoi aggiornamenti su Quando lo SPAM entra in politica inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *