• iPhone: K.O. in 6 minuti

    iPhone sotto attacco cracker

    Attenzione a lasciare il vostro iPhone in mani poco raccomandabili anche per pochi minuti, perché ne va della sicurezza dei dati personali memorizzati al suo interno, in quanto lo smartphone di Apple, come fosse un “chiacchierone” qualunque, non esita più di tanto ad aprirsi a chi gli chiede una certa confidenza rivelando tutti i segreti che gli appartengono.

    Secondo quanto spiegato dal Fraunhofer Institute for Secure Technology (SIT) e dimostrato in video diffuso sulla Rete, bastano 6 minuti ad un cracker esperto per forzare l’iPhone e avere pieno accesso a tutto quanto vi è memorizzato tra password e credenziali di ogni genere.

    Per far cadere le barriere di protezione dell’iPhone si parte con il jailbreak per installare un server SSH e in seguito copiare un apposito script preparato per recuperare tutte le password memorizzate, con conseguenze, per chi si trovasse a smarrire il proprio apparecchio, di non poco conto per quanto concerne la sicurezza.

    È opportuno dire comunque che la procedura, sebbene eseguita in pochi passaggi e in pochissimo tempo, non è certo alla portata di tutti, ragion per cui appare necessario evitare allarmismi relativi alla sicurezza dello smartphone della casa della mela, che non sta ovviamente correndo il rischio di essere violato in massa.

    Il tutto ha però uno scopo ben preciso, che è quello di far riflettere gli utenti affinché si abbia consapevolezza del pericolo potenzialmente derivante da uno smarrimento del proprio telefonino, un aspetto tanto importante quanto troppo spesso quasi dimenticato nell’utilizzo che di questi apparecchi si fa ormai quotidianamente.

    [youtube uVGiNAs-QbY]

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su iPhone: K.O. in 6 minuti inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *