• Microsoft, ecco cosi ci aspetta per le patch di Settembre

    Nel bollettino Microsoft di Settembre arriveranno le periodiche patch atte a risolvere alcuni problemi di sicurezza informatica sui sistemi Windows.

    Questa volta però a farla da padrone non è il sistema operativo in sé, che vede al suo attivo una sola vulnerabilità considerata critica, ma altre due vulnerabilità presenti rispettivamente in MSN e Visual Studio.

    In particolare queste falle potrebbero permettere l’ingresso e la conquista delle macchine Windows utilizzando tecniche di system hijacking.

    Sicuramente la vulnerabilità su messenger, nel caso permettesse attacchi basati direttamente sulla chat, è quella che crea maggiori preoccupazione. Data la diffusione mondiale nell’uso di tale sistema di comunicazione, ogni singolo PC ed ogni azienda non può che allarmarsi.

    Se la vulnerabilità fosse utilizzata in modo malevolo sarebbe sicuramente il primo veicolo di diffusione per spyware e malware. Anche gli esperti Microsoft quindi considerano questo bug come assolutamente grave ed hanno dedicato alla sua risoluzione uno sforzo particolare.

    Nella notifica che Microsoft ha pubblicato per il bollettino di Settembre sono previste anche alcune modifiche di aggiornamento sul software SharePoint e sul modulo Windows Services per Unix.

    Inoltre come ogni mese verrà rilasciato un aggiornamento al software proprietario di ricerca e rimozione malware ovvero Microsoft Windows Malicious Software Removal Tool ed è previsto anche un aggiornamento per Microsoft Update. Chiaramente per problemi di sicurezza quest’ultimo aggiornamento non verrà rilasciato tramite Windows Update stesso, anzi probabilmente andrà scaricato dal sito ufficiale.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Microsoft, ecco cosi ci aspetta per le patch di Settembre inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *